Moriago, venerdì scorso "Dugàr fa na olta": un viaggio tra i giochi antichi del territorio

Si è svolta venerdì scorso, nella Casa del Musichiere a Moriago della Battaglia, "Dugàr fa na olta",  evento già in programma a luglio scorso nella contrada di via Francia, poi rinviato a causa del maltempo.

L'appuntamento rientra nella sesta edizione della rassegna "Dialetto – I vari aspetti di una lingua parlata". La rassegna è organizzata dall'associazione Cis Mosnigo, nata con l'obiettivo di proporre iniziative che possano completare e vivacizzare le varie attività proposte nel territorio ed attualmente presieduta da Marco Agostinetto.

Quest'anno l'argomento proposto è stato il gioco. Un viaggio tra giochi vecchi ed antichi, nomi, aneddoti, detti e proverbi della parlata locale con lo scopo di riscoprire l'idioma, visto sotto sfumature diverse quali la poesia, la musica, le tradizioni ed i costumi.

Ad l'introdurre la serata lo scrittore Terenzio Gambin, che ha letto un racconto su come giocavano i bambini dentro e fuori dai cortili tratto dal suo libro "Tosatei de na olta".

Parola poi a Giovanni Tomasi, che ha raccontato la storia di sei giochi tradizionali, come il nascondino, precisando come i loro nomi cambino a seconda dei vari paesi del Veneto. L'autore Mariano Lio si è soffermato, invece, sulle conte e le filastrocche.

Moriago dughi de na olta 1
(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).

(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.