Bilancio positivo, contributo per l'illuminazione pubblica e approvazione aliquote Imu in consiglio comunale

  • Moriago della Battaglia
  • - 02 Luglio 2020

Un consiglio comunale prevalentemente di carattere tecnico quello dello scorso lunedì sera 29 giugno a Moriago della Battaglia. L'urbanista Fabio Roman ha infatti presentato il documento del sindaco che rappresenta l'avvio della redazione del piano degli interventi e una variazione al piano assetto territorio che deriva da un procedimento di adeguamento alla legge regionale del 2017 sulle disposizioni per il contenimento del suolo. Come ha mostrato nelle cartografie il perimento della suddivisione del territorio è rimasto pressoché invariato, sono state apportate solo alcune piccole modifiche.

Successivamente la responsabile dell'ufficio finanziario Marika Pillon ha illustrato il rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario dell'anno 2019. Il dato positivo emerso è che il debito del comune sta calando ed è sceso da 1.142mila euro del 2017 a 1.138mila euro nel 2019. L'ultimo mutuo del comune è stato aperto nel 2011 perciò da nove anni non sono più stati avviati nuovi mutui.

La situazione del fondo di cassa inoltre è ottima: Moriago è uno dei pochi comuni che non ha mai chiesto un anticipo e la percentuale tra gli incassi e l'accertamento di competenza è quasi del 100 percento.

Kinesiostudio

La variazione al Bilancio di previsione degli anni 2020-2022 più importante riguarda 75mila euro messi a bilancio per concludere il passaggio a led in alcune vie della frazione Mosnigo con la sostituzione dei pali e dei quadri elettrici.

Questo grazie a un contributo governativo per l'efficientamento energetico. Inoltre la responsabile ha spiegato il nuovo regolamento per l'applicazione dell'Imu e sono state approvate le aliquote per l'anno 2020 che sono sostanzialmente invariate, in quanto in precedenza l'aliquota ordinaria era di 0,76 per l'Imu e 0,10 per la Tasi, ora che è stata tolta la Tasi l'aliquota Imu è di 0,86. Per i residenti all'estero con immobili a Moriago si applica un'aliquota di 0,76 anche se sono pensionati (mentre l'anno scorso i pensionati residenti all'estero erano esenti).

In seguito è stato approvato l'accorpamento al demanio stradale di un'area privata in via Arditi ad uso pubblico da oltre 20 anni, ceduta dal proprietario. Il consigliere Michele Lovadina che ha seguito il progetto Life con lo scopo di contrastare l'abbandono dei Palù del Quartier del Piave ha illustrato poi lo schema di atto unilaterale d'obbligo per la costituzione del vincolo perpetuo relativo ai terreni agricoli acquistati per le finalità di conservazione dell'ambiente naturale, secondo quanto richiesto dalla commissione Europea.

Il sindaco Giuseppe Tonello, infine, ha comunicato che l'assegnazione della quota dei proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria per gli interventi concernenti le chiese e gli altri edifici religiosi per l'esercizio finanziario 2019 è stato dato alla parrocchia di Mosnigo per dei lavori al campanile.

 

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Mosnigo, completata la meridiana realizzata dai ragazzi del Casagrande: studenti attivi anche il prossimo anno

  • Moriago della Battaglia
  • - 29 Giugno 2020

“L’uomo fin dagli inizi della civiltà ha sentito il bisogno di creare un tessuto di convenzioni dentro le quali il tempo semplicemente vissuto veniva anche poi razionalizzato, reso “esplicito” e infine andato a un sistema che possiamo dire di macchine effettivamente ricche di una loro utilità. Se pensiamo alla meridiana, fa piacere vedere come essa, “macchina” tra le più lontane immaginate per la misurazione del tempo abbia appunto la forza di persistere anche oggi come immagine o metafora di un certo modo di percepirlo”.

Queste le parole del celebre poeta di Pieve di Soligo Andrea Zanzotto in merito alle meridiane.

In questi luoghi, ricchi di storia, le amministrazioni comunali di Moriago e Sernaglia della Battaglia, Legambiente Sernaglia, la Parrocchia di San Martino vescovo e gli Istituti scolastici Comprensivo di Sernaglia, G.B. Cerletti di Conegliano e M.Casagrande di Pieve di Soligo hanno deciso di realizzare a Mosnigo, frazione di Moriago, una meridiana per la misura del tempo legata ai cicli delle stagioni.

Esperienze importanti e formative per gli studenti ma che sono state sospese causa Covid. La realizzazione del progetto però è stata portata ugualmente a termine.

A livello storico le meridiane nel territorio del Quartier del Piave occupano un ruolo molto interessante: i monaci benedettini dell’abbazia di Vidor bonificarono queste zone, un tempo paludose (da cui deriva il nome Palù). A loro e alle allegorie e simboli che usavano si ispira questa meridiana orizzontale vegetale.

606a9612 1a6f 4812 a58f 9edc8a765989

La meridiana è a forma ottagonale e circolare. L’ottagono è simbolo di Resurrezione ed evoca la Vita Eterna; il cerchio è la figura perfetta che rappresenta il Cielo. L’asta metallica (gnomone), la cui ombra proiettata sul piano orizzontale indica l’ora, qui è sostituita da un palo di legno che rappresenta Cristo, Albero della Vita e Asse del mondo. Egli collega Cielo e Terra, centro di una comunità, di un paese, alla sede di Dio. L’edera che si attorciglia a spirale lungo il legno simboleggia la salvezza attraverso Cristo.

"Si tratta di interventi in cui i ragazzi hanno potuto dare sfogo alla loro creatività - spiega il docente Walter Scalini dell'Isiss Casagrande di Pieve di Soligo -. Grazie anche all'aiuto del dottor Luigi Ghizzo, gli studenti hanno effettuato rilievi topografici dell'area, lo studio della zona dal punto di vista culturale, storico, la progettazione della meridiana e la fase del picchiettamento. Un lavoro dalla A alla Z".

"Un'esperienza importante per i ragazzi - sottolinea Scalini - E' stato veramente un peccato che quest'anno non ci sia stata la Giornata degli Alberi, causa Covid, in cui i nostri studenti potevano effettuare ulteriori lavori. Siamo comunque fiduciosi per il prossimo anno scolastico".

"Tra i prossimi interventi che abbiamo in programma di realizzare - conclude - c'è sicuramente un lavoro per il Comune di Sernaglia della Battaglia a Passo Barca di Falzè di Piave, dove i ragazzi dovranno creare un piccolo percorso evidenziando gli elementi principali e caratteristici dell'area".


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Legambiente).
#Qdpnews.it 



Print Friendly, PDF & Email

Parte il Grest parrocchiale a Moriago, nel rispetto delle normative per il contenimento del Covid-19

  • Moriago della Battaglia
  • - 21 Giugno 2020

A Moriago della Battaglia, nonostante le limitazioni imposte dalla normativa per il contenimento del Covid-19, si farà il Grest parrocchiale per bambini e ragazzi e le iscrizioni sono state aperte in largo anticipo per una migliore organizzazione.

Le attività, quest'anno, saranno gestite in piccoli gruppi e al momento della preiscrizione è stato chiesto di scegliere un gruppo di massima tra quelli proposti.

I partecipanti saranno suddivisi nei seguenti gruppi: dalla prima alla terza elementare The Architects che svolgerà i laboratori Giraffa e Coccodrilli colorati, puzzle fai da te; The Designers con i laboratori di Lanterna di cartapesta, camioncino portapenne; The Dreamers con i laboratori Mongolfiere colorate, vasetto con fiore portafoto; dalla quarta elementare alla terza media The Hippies con i laboratori Albero della vita e acchiappasogni personalizzati; The Engineers con i laboratori di Alchimia – chimica adatta a tutti, creatività di calcestruzzo (malta) e infine The Artists con laboratori di Rayogrammi - fotografia retrò e mosaico con pietruzze colorate.

"Già dal mese di febbraio, prima del Coronavirus, eravamo in moto per preparare il Grest. - spiega l'animatore Manuel Fregolent - L'emergenza sanitaria ci ha colto in modo improvviso lasciandoci nell'incertezza, ma sempre con la speranza di riuscire a organizzare tutto. Perciò ci siamo informati per organizzare una proposta adatta ai bambini e ai ragazzi che da mesi sono a casa da scuola in modo rispettoso delle nuove regole a seguito del Covid-19, sia per dare un aiuto alle famiglie, sia per provare a tornare alla 'normalità'. Quest'anno abbiamo quasi 100 iscritti e li abbiamo dovuti suddividere in due turni di tre settimane ciascuno, appunto per rispettare le distanze tra persone: il primo si terrà dal 22 giugno al 10 luglio e il secondo dal 13 luglio al 31 luglio. A seguire i partecipanti ci saranno animatori maggiorenni e aiuto animatori minorenni".

"Riusciremo a realizzare i laboratori anche grazie al prezioso aiuto dell'amministrazione comunale di Moriago e di alcune associazioni del paese, come la Pro loco che ci concede i tavoli, e tutti i materiali utilizzati, le attrezzature e i locali saranno sanificati quotidianamente. - conclude l'animatore - Penso che questa possa essere una bella esperienza di crescita e spero che, nonostante le limitazioni imposte, i ragazzi si divertano. Organizzeremo anche una caccia al tesoro all'aperto all'Isola dei Morti e ci stiamo informando sulla possibilità di recarci in qualche parco acquatico della zona".

"Sono contento che i giovani abbiano elaborato una proposta estiva analizzando con dedizione tutte le normative. - aggiunge il parroco Don Livio Dall'Anese - Penso che sia un bel messaggio per la ripartenza e spero che, con l'aiuto del Signore, rianimi i ragazzi, i giovani, i genitori e tutta la comunità".


(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione del Grest parrocchiale).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

"Festa Granda" anche a Moriago, un modo per dimenticare l'annullamento della storica Festa dei Mamai

  • Moriago della Battaglia
  • - 21 Giugno 2020

Anche Moriago della Battaglia, oggi, domenica 21 giugno, nel suo piccolo ha partecipato alla giornata di "Festa Granda" con una passeggiata naturalistica all'interno del parco dell'Isola dei Morti e con un brindisi in compagnia della Pro Loco di Moriago della Battaglia e Mosnigo, dell'amministrazione comunale ed a Casa Maria Adelaide.

"Si spera che questa giornata di inizio estate sia segno di ripartenza e un ritorno alla normalità per tutti noi" spiegano dalla Pro Loco di Moriago della Battaglia.

Moriago che, anche per la propria tradizione, oggi è stato argomento di interesse anche nelle stanze della Regione.

Il Governatore Luca Zaia (nella foto), durante la consueta conferenza stampa, ha stuzzicato l'interesse dei partecipanti facendo vedere un "mamai": una particolare pianta tipica del Comune a ridosso del Piave.

277fc240 baae 412b 9e77 3ad6613df859

Questa particolare graminacea è stata donata da una ragazzina di Moriago, Sara Testa, al Presidente Zaia assieme a un disegno, aprendo un capitolo particolare della tradizione locale.

I "Mamai", chiamati anche "Lino delle Fate", hanno un fusto che arriva anche a 60 centimetri e proprio in questo periodo la pianta fiorisce mettendo pennacchi piumosi attorcigliati alla base. Il pennacchio, bagnato nel latte di calce ed esposto al sole, diventa presto vellutato come la pelle di gatto, "mamao" in dialetto locale.

La leggenda narra che le fate scendano a valle dai boschi pedemontani per cogliere i "Mamai" e farne vesti luccicanti. Una storia curiosa che rende di fatto i "Mamai" una caratteristica del Comune a ridosso del Piave.

Un momento però triste per i moriaghesi che, quest'anno, per la prima volta non festeggieranno la tradizionale festa organizzata dalla Pro Loco a causa del Covid, sarebbe stata la 38esima edizione.

Una delusione parzialmente compensata, appunto, dalla giornata di "Festa Granda" che, seppur in modo limitato, ha dato un modo alternativo di festeggiare questo particolare momento dell'anno alla comunità di Moriago della Battaglia.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata - Pro Loco Moriago).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Apre lungo la strada provinciale "Mamai": l'unico negozio di abbigliamento a Moriago della Battaglia

  • Moriago della Battaglia
  • - 19 Maggio 2020



Con l'apertura degli esercizi pubblici dopo l'emergenza Coronavirus, una grande novità arriva a Moriago della Battaglia: ieri, lunedì 18 maggio 2020, è stato inaugurato "Mamai", l'unico negozio di abbigliamento donna e uomo attualmente presente in paese, lungo la strada principale provinciale n. 34, accanto all'eno-bar Pepenero.

L'idea di intraprendere l'attività è venuta a Carmen Dorigo, 48enne che per cinque anni ha gestito assieme a Glenda Stella l'esercizio "Lofft 17" a Sernaglia della Battaglia e in precedenza il monomarca Playlife a Col San Martino.

"Questo locale lo corteggiavo da anni perchè mi è sempre piaciuto il posto. Ho scelto di aprire un negozio di abbigliamento proprio a Moriago perchè ho vissuto qui per due anni, sono particolarmente legata al luogo e ai paesani, mi piace l'idea di prendere la bici per andare a lavorare abitando in un comune vicino e penso che, anche se il paese è piccolo, sia giusto valorizzarlo. La scelta del nome Mamai richiama il nome della pianta tipica che cresce sulle rive del fiume Piave all'Isola dei Morti, nota località moriaghese" - spiega Carmen.

"Dopo tanti anni di esperienza sono riuscita a crearmi ciò che cercavo: la particolarità è che qui non ci saranno solo vestiti, scarpe, borse e accessori: per creare un ambiente accogliente, sereno e comodo, dove sentirsi liberi, ho deciso di abbinare anche arte e musica - prosegue - Come arredamento, oltre ad un pianoforte, ci sono i mobili del negozio Antiquariato Antoniazzi, grazie alla collaborazione con il restauratore del luogo Loris Antoniazzi e sono esposti i quadri della pittrice Tiziana Moro di Mosnigo, il tutto con possibilità di acquisto. Inoltre c'è un angolo per gli amanti dei libri che i clienti possono leggere e scambiare e uno spazio dedicato ai bambini" - conclude l'esercente.

Anche il sindaco Giuseppe Tonello al taglio del nastro si è complimentato con la titolare: "Aprire una nuova attività è sempre una grande impresa, ed è un qualcosa di cui noi amministratori dobbiamo essere fieri, e ancora di più in questo momento storico in cui si riaprono gli esercizi commerciali: a Carmen va il mio ringraziamento più grande." - si congratula il primo cittadino - "Auguro a Carmen una prosperità in quello che è l'attività e che le dia soddisfazioni. Siamo in una buona posizione: l'invito a tutti è di venire a visitare il negozio, perchè troverete un ambiente famigliare e sicuramente di qualità".


(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport