Moriago, alcol nella stufa a legna: due ustionati in un incidente domestico per un ritorno di fiamma

  • Moriago della Battaglia
  • - 18 Gennaio 2020

E’ di due ustionati gravi il bilancio di un incidente domestico che si è consumato oggi, sabato 18 gennaio 2020, poco dopo le 12, in via Montello a Moriago della Battaglia. Le vittime L.M., pensionato 73enne, e la moglie di 63 anni, S.E., che sono stati entrambi trasferiti al centro grandi ustionati di Padova.

Ad avere la peggio è stata la donna che, pare cercando di alimentare la stufa a legna, ha utilizzato dell’alcol. Il liquido infiammabile a contatto col fuoco ha provocato un ritorno di fiamma che in una frazione di secondo l’ha raggiunta al volto, al torace, all’addome e agli arti superiori.

Il marito è corso da lei per provare a soccorrerla, rimanendo a sua volta ustionato alle mani. Immediata la richiesta di aiuto al Suem 118, che ha mandato sul posto ambulanza ed elicottero.

Le condizioni della donna sono apparse subito più gravi e, dopo le prime cure, è stata caricata in elicottero. Le condizioni meteo, tuttavia, non hanno consentito il trasferimento aereo immediato al centro specializzato di Padova.

Così, dopo essere stata portata al Ca’ Foncello di Treviso, la 63enne è stata trasferita a Padova in ambulanza. Le sue condizioni sono gravi e la prognosi è riservata, anche se fortunatamente non dovrebbe correre pericolo di vita. Anche il marito, inizialmente ricoverato all’ospedale di Conegliano, è stato trasferito nel centro grandi ustioni padovano.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it


Print Friendly, PDF & Email

Emigranti italiani nelle miniere del Belgio: stasera la presentazione del libro al Festival della Cultura a Moriago

  • Moriago della Battaglia
  • - 17 Gennaio 2020

Continuano gli eventi del Festival della Cultura in corso a Moriago della Battaglia. Questa sera, venerdì 17 gennaio, alle 20.30 alla Casa del Musichiere in via Manzoni, si terrà la presentazione del libro “Cuori nel pozzo” di Roberta Sorgato.

Un omaggio rivolto ai tanti emigranti italiani che hanno consumato la loro vita nelle miniere di carbone del Belgio, fino al sacrificio estremo, per amore di quanti erano rimasti a casa ad aspettarli.

Il testo "Cuori nel pozzo" è molto apprezzato perchè affronta gli aspetti dell'emigrazione italiana dalla fine dell'Ottocento al secondo dopoguerra. Il libro è stato presentato anche a Palazzo Montecitorio a Roma, al Parlamento Europeo e all'Istituto Italiano di Cultura a Bruxelles.

Il volume presenta un notevole spaccato della realtà storica, economica, sociale, culturale e politica dell’Italia alla fine della Seconda guerra mondiale con riferimenti a significativi momenti relativi ai due conflitti mondiali, visti attraverso gli occhi della gente comune.

L'autrice tratta il fenomeno dell'emigrazione dei lavoratori italiani (soprattutto veneti e friulani) verso le miniere del Belgio e descrive il difficile percorso di inserimento nel paese di accoglienza, in osservanza delle leggi locali e di un'orgogliosa difesa delle proprie origini e dei propri valori.

E' la storia di un uomo che nel lavoro ha cercato il pane per i suoi figli e ha trovato, invece, la morte.

Tra le pagine viene ricostruita in modo fedele la sciagura avvenuta l’8 febbraio 1956 al Rieu du Coeur a Quaregnon nella quale hanno perso la vita otto minatori di cui sette italiani, tra i quali il padre della scrittrice stessa, Giovanni, senza tralasciare le ripercussioni ed i risvolti istituzionali e soggettivi.

L’autrice e insegnante Roberta Sorgato è nata a Boussu, in Belgio, da genitori italiani e vive con la famiglia in provincia di Treviso.

Dedica gran parte del suo tempo libero ai ragazzi delle scuole primarie e medie di tutta Italia presentando e commentando le sue opere di narrativa nel corso di stimolanti "Incontri con l'autore", collabora con i docenti nella stesura e nella realizzazione di progetti curricolari interdisciplinari.

Come autrice ha esordito nel 2002 con il romanzo per ragazzi "Una storia tutta... Pepe", seguito nel 2004 da "All'ombra del castello".


(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).

(Foto: Facebook Roberta Sorgato).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Donazzan visita il gruppo Colomberotto di Moriago: "Azienda proiettata nel futuro, investe in 4 ricercatori universitari"

  • Moriago della Battaglia
  • - 10 Gennaio 2020

L’assessore regionale alla scuola, università e ricerca, Elena Donazzan, ha visitato oggi la sede centrale del gruppo Colomberotto, a Moriago della Battaglia.

Un’azienda di tradizione familiare, giunta alla terza generazione, con tutti e quattro i figli del signor Loris Colomberotto a seguire le orme tracciate dal nonno, che oggi è società leader nella produzione di carne bovina, dall’allevamento fino alla macellazione e alla commercializzazione.

L’assessore ha voluto approfondire, in particolare, il forte investimento fatto dall’azienda nella ricerca, in collaborazione con l’Università di Padova e l’Istituto Zooprofilattico per le Venezie.

“Un’azienda che investe 200 mila euro per aver quattro ricercatori per il biennio 2020-2022 a sviluppare progetti di qualità - ha sottolineato la referente delle politiche della Regione Veneto per l’università e la ricerca - è indicativo di come i nostri imprenditori più attenti siano capaci di raccogliere la sfida del futuro, ovvero interpretare le esigenze del mercato in continua evoluzione”.

“Plaudo all’università di Padova in particolare - ha aggiunto - che sa aiutare concretamente con la ricerca applicata il nostro sistema produttivo, in particolare nell’agroalimentare, settore di punta per tutto il made in Italy”,

Il progetto, denominato “Prevenzione salute animale”, ha come principale obiettivo la prevenzione delle patologie nell’allevamento del bovino a carne bianca, favorire il benessere animale, ridurre l’utilizzo dell’antibiotico e migliorare la competitività aziendale.

Questo è un progetto innovativo che sa interpretare la sempre più marcata sensibilità ambientale e che tratta la salute dell’animale e il suo benessere a 360° - ha concluso l’assessore Donazzan - Questa è una filiera tutta italiana, e molto veneta, che dev’essere valorizzata nel confronti dei consumatori”.


(Fonte e foto: Regione Veneto).
Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Opere pubbliche a Moriago: prevista una nuova rotonda nel 2020. Tonello: "Fondamentale per smaltire il traffico"

  • Moriago della Battaglia
  • - 12 Gennaio 2020

Tra le opere pubbliche in programma nel 2020 a Moriago della Battaglia è prevista la realizzazione di una nuova rotonda.

Come approvato nel corso del consiglio comunale dello scorso 23 dicembre, per quanto riguarda il programma triennale e l'elenco annuale delle opere pubbliche e il programma biennale di forniture e servizi, è pianificata, infatti, la costruzione di una rotatoria in uscita da via San Rocco, la strada che dal centro del comune di Moriago porta sulla strada provinciale numero 34.

20200111 154718

“Il costo stimato per la realizzazione della rotonda è di 550mila euro - afferma il sindaco di Moriago Giuseppe Tonello - Di cui 200mila euro sono provenienti da un contributo della provincia di Treviso già assegnato, altri 100mila euro da un accordo pubblico-privato e i rimanenti circa 250mila euro saranno a carico dell'amministrazione comunale. Attualmente l'opera è in fase di progettazione e la rotonda si è resa necessaria per risolvere il problema di immettersi da Moriago sulla strada principale dove il traffico è notevole, soprattutto nelle ore di punta, in quanto l'incrocio risulta pericoloso per la scarsa visibilità. Il problema dell'esigenza di sistemare l'incrocio era emerso già quindici anni fa ed erano state fatte diverse ipotesi di soluzione nel piano regolatore. Ora prevediamo, nel corso dell'anno 2020, di trasformare l'incrocio in una rotonda.

"Sarà da fare inoltre una valutazione anche con il comune di Sernaglia della Battaglia, poiché la strada dove verrà realizzata la rotonda è al confine, e interesserà anche l'intersezione in uscita dalla frazione di Fontigo.” - conclude il primo cittadino.


(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Riparte il Festival della Cultura: sabato 11 l'inaugurazione della mostra di Egle Piaser “Il silenzio, ancora”

  • Moriago della Battaglia
  • - 08 Gennaio 2020

Dopo le festività natalizie, ripartono a gennaio gli eventi del Festival della Cultura a Moriago della Battaglia, che continueranno fino a maggio.

Il primo mese dell'anno inizia all'insegna dell'arte: venerdì 10 gennaio alle ore 18.30 alla Casa del Musichiere in via Manzoni si svolgerà la serata di presentazione del corso base di pittura e disegno del professor Guido Raimondi.

Sabato 11 alle ore 18 si terrà l'inagurazione della mostra di pittura dell'artista Egle Piaser (nella foto) dal titolo: “Il silenzio, ancora”.

Per l'occasione ci saranno delle letture poetiche a cura di Antonio Francesco Quarta e gli interventi musicali di Francesco D'Elia, con la presentazione di Vesna Maria Brocca, direttore artistico del Festival.

Egle Piaser, nata a Conegliano nel 1965, città in cui attualmente vive e lavora, si è diplomata all’accademia di Belle Arti di Venezia nel corso di Pittura, ed insegna Arte e Immagine. Espone dalla metà degli anni ’90 in mostre personali e rassegne a carattere nazionale.

La mostra che viene proposta a Moriago è una personale dalle mille sfaccettature di sensibilità e una presentazione che vede l'incontro di diverse forme espressive, per descrivere al meglio il soggetto al centro dell'attenzione di Egle.

Un fiore che parla di poesia attraverso i suoi colori che divengono linguaggio universale come la musica, altra protagonista con i suoi silenzi.

La pittrice riversa sulla tela il risultato di una lunga riflessione esistenziale, dove i fiori diventano il frutto del suo cambiamento interiore.

Un evento artistico che si snoda dall'11 al 26 gennaio, il sabato dalle 16 alle 19 e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19 con possibilità di visite guidate su prenotazione.

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Egle Piaser).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.