08/02 – Castelfranco Veneto, l’Istituto Sartor socio onorario di Coldiretti Treviso

L’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “Domenico Sartor” è socio onorario di Coldiretti Treviso. Questo dopo la firma, avvenuta in questi giorni, di una storica convenzione tra lo stesso istituto castellano e l’organizzazione del mondo agricolo più rappresentativa.

Coldiretti e l’Istituto Sartor con questo atto formale si sono unite per operare entrambi per lo sviluppo, il sostegno, il miglioramento del settore primario mediante l’attività di formazione, informazione, aggiornamento degli operatori
agricoli e dei giovani potenziali operatori mediante lo studio, la sperimentazione, la
divulgazione di tecniche di produzione, trasformazione e valorizzazione dei prodotti con una particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e alla sanità e genuinità dei prodotti.

“Un accordo che sancisce di fatto una collaborazione che già si sta svolgendo con grande fiducia e armonia – spiega Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso – Siamo tutti interessati ad ottenere sinergie in ordine alle conoscenze, alle competenze dei propri funzionari, docenti, tecnici, operatori, nonché attivare sinergie in ordine ai locali, spazi delle proprie sedi, delle attrezzature informatiche e di laboratori di analisi
agrarie. Coldiretti e l’Istituto sono consapevoli che l’avvenire dell’agricoltura, all’interno delle più ampie problematiche dettate dall’appartenenza alla UE, è comunque ampiamente legato all’istruzione e alla formazione a livello più elevato possibile degli attuali e futuri operatori agricoli”.

Coldiretti e l’Istituto intendono, quindi, collaborare per la programmazione, realizzazione, svolgimento d’incontri, convegni relativi a tematiche agricole organizzative per tecnici, operatori, studenti. Coldiretti è disponibile ad organizzare per gli allievi dell’Istituto, in particolare degli ultimi anni, momenti di incontro sui tematiche particolari dell’agricoltura veneta, sulle innovazioni e sulla legislazione regionale, nazionale ed europea con relativi vincoli ed opportunità e metterà a disposizione dell’Istituto le aziende disponibili ad ospitare gli allievi in stages durante il periodo delle lezioni ed eventualmente ad assumerli stagionalmente nel periodo estivo.

Infine, Coldiretti è disponibile a far parte di un “Comitato di Esperti” formato da tecnici, operatori esterni alla scuola e da un gruppo di docenti interni con il compito di suggerire alla scuola una didattica attiva che affronti anche le problematiche agricole emergenti e con il compito di elaborare una strategia formativa di lungo respiro per i giovani e gli operatori agricoli.

#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati