15/06 – Riapre il Centro di documentazione del Museo di storia naturale e archeologia di Montebelluna

Da mercoledì 16 giugno prossimo il Centro di Documentazione del Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna (Cdd) riapre al pubblico (al primo piano di Villa Biagi, in Via Piave 51), dopo oltre due anni di chiusura dovuti al trasferimento, a seguito di concorso, dell’unità di personale che ne curava la gestione e le aperture.

Il Cdd apre ora con una soluzione provvisoria e a orario ridotto in attesa che venga destinata una nuova risorsa di personale. Sarà accessibile inizialmente nella sola giornata di mercoledì dalle 9 alle 13, con la prospettiva di incrementare l’orario dei servizi al pubblico in seguito, garantendo tutte le misure di prevenzione a tutela della salute dei cittadini, come già avviene presso la biblioteca comunale.

Uso della mascherina, prenotazione dell’accesso, numero contingentato di posti a sedere, autodichiarazione Covid e quarantena del materiale documentario sono alla base della riorganizzazione del servizio.

I servizi al pubblico in questa fase saranno il tesseramento, la consultazione in sede, il prestito e l’interprestito nell’ambito della rete provinciale, come richiesto a gran voce da più parti in questo biennio di chiusura.

Per prenotare l’accesso sarà necessario inviare una mail a cdd@museomontebelluna.it o telefonare allo 0423 300465. Va ricordato che, come per la biblioteca comunale, la tessera che permette di accedere al prestito è quella valida nelle biblioteche di tutto il territorio provinciale e buona parte di quello regionale.

I servizi saranno gestiti in coordinamento e raccordo con la biblioteca civica, nonché con la puntuale consulenza e presenza dei conservatori del museo specialisti in ambito archeologico e naturalistico.

Nel corso della sua attività, a partire dal 1984, il Museo Civico ha raccolto, oltre ad un consistente patrimonio librario, una notevole quantità di documenti multimediali (periodici, opuscoli, carte, manifesti, disegni, fotografie, diapositive, audiocassette, videocassette, cd-rom, documenti digitali, etc.), che sono, in gran parte, messi a disposizione del pubblico e rintracciabili nel catalogo on line della rete delle biblioteche trevigiane (tvb.bibliotechetrevigiane.it) e più in generale in quello del polo Sbn delle biblioteche venete (bimp.regione.veneto.it).

#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati