Pederobba, ancora un incidente sulla nuova rotatoria realizzata lungo la Feltrina

L'ennesimo incidente (nella foto)  sulla nuova rotatoria realizzata sulla Strada regionale 348 Feltrina, all'altezza dell'ingresso per accedere al futuro centro commerciale di Pederobba, preoccupa i cittadini del Comune trevigiano che stanno utilizzando anche le pagine social locali per confrontarsi sulle cause di questi sinistri.

C'è chi parla di gravi problemi strutturali dell'opera e c'è chi attribuisce le colpe alla negligenza e all'imperizia di tanti automobilisti che imboccano la rotatoria anche a 80 chilometri all'ora. L'incidente avvenuto oggi pomeriggio, giovedì 23 maggio 2019, ha sollevato parecchie polemiche e ha spinto ad un'ulteriore riflessione sull'opportunità di rimettere mano all'opera.

"Ora è di tutta evidenza - ha spiegato Luciana Fastro, capogruppo d'opposizione della lista "Il Bene in Comune" - che, a poche settimane dalla sua messa in funzione, la nuova rotatoria impatta fortemente sulla fluidità del traffico, con conseguente aumento dei livelli di inquinamento, e sulla sicurezza stradale, viste le pessime caratteristiche tecniche della stessa. Quello che forse non è noto a tutti è come questi risultati fossero già stati preventivati in sede di discussione del Piano urbanistico attuativo “ex-Funghi del Montello” e durante la stessa procedura di valutazione di impatto ambientale".

"Il piano urbanistico attuativo - prosegue Fastro - è stato adottato dalla giunta comunale di Pederobba con delibera 67 dell'11 agosto 2014 nonostante le osservazioni sollevate in commissione urbanistica in merito alla realizzazione della rotatoria come da progetto presentato. Nel novembre del 2014 il piano viene adottato dalla giunta senza alcuna modifica per quanto riguarda il progetto di rotatoria. Le criticità e le preoccupazioni su tale intervento vengono sollevate dal gruppo “Bene in Comune” anche durante la procedura di valutazione di impatto ambientale in capo alla Provincia che nel settembre 2015 rilascia parere favorevole alla realizzazione del nuovo centro commerciale precisando però che “non condivide la proposta di realizzare la rotatoria sulla Feltrina” e suggerisce una viabilità alternativa con accesso da nord centro commerciale".

Il sindaco di Pederobba, Marco Turato, replica che aveva già segnalato la cosa ad opera ultimata: "Ho sollevato subito la problematica - ha dichiarato il sindaco di Pederobba - a tutte le parti in causa e agli addetti ai lavori. Veneto Strade e l'azienda Emaprice sono state contattate dal sottoscritto per trovare una soluzione quanto prima".

"Per chi arriva da nord verso sud - conclude il primo cittadino di Pederobba - c'è sicuramente il problema della poca visibilità della rotatoria e sembra quasi un invito ad andar dritti. In ogni caso ribadisco di mantenere sempre un corretto comportamento alla guida e di rispettare i limiti di velocità".

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Il Bene in Comune).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport