Pederobba, scontri e contestazioni alla presentazione della candidatura a riserva Mab-Unesco. Maggio: “Un dispiacere"

Una serata che avrebbe potuto e dovuto rappresentare un importante momento di partenza per unire le forze, con l’obiettivo di raggiungere un risultato importante per tutti, si è invece trasformata in un’occasione di contrasto con scontri accesi.

Questo lo scenario dell’incontro dello scorso giovedì 5 dicembre 2019, alla sala consiliare di Onigo di Pederobba, durante la presentazione del percorso per la candidatura a riserva Mab-Unesco che l’amministrazione comunale di Pederobba ha deciso di intraprendere insieme ad altri 25 Comuni, tra cui quelli dell’Ipa Asolo-Montegrappa.

Una candidatura, quella dei Comuni del Massiccio del Grappa, nata da un lavoro che risale nel tempo e che vuole valorizzare un territorio ricco di risorse naturali e faunistiche, accompagnandone lo sviluppo nei prossimi anni.

Una serata che avrebbe potuto essere un momento di condivisione e che tuttavia non ha risparmiato polemiche in un esacerbato clima di contrasti e scontri sempre più accesi.

Alcune associazioni ambientaliste, tra cui molti membri di “Arianova”, e delle frange dell’opposizione, hanno infatti duramente contestato l’amministrazione comunale di Pederobba e la stessa scelta di aderire alla candidatura, interrompendo a più riprese gli interventi dei tecnici con commenti sul cementifico di Pederobba e sul recente “caso Kalis”, scontrandosi con i membri della maggioranza presenti che hanno ribattuto alle accuse chiedendo che venisse data la possibilità a chi era venuto all’incontro di poter ascoltare gli interventi previsti per la serata.

“È davvero un dispiacere - ha spiegato Fabio Maggio, assessore all’ambiente, allo sport e alle associazioni del Comune di Pederobba - e non uso un termine a caso. Un’occasione importante come questa capita una volta e stiamo cercando di coinvolgere tutti gli attori per consentire la massima partecipazione a questo percorso. A più riprese in questi mesi ho chiesto unità, offrendo la volontà di collaborare anche alle minoranze che l’hanno espressa in consiglio comunale”.

“Spiace notare - prosegue l’assessore Maggio - che alla prima occasione utile i soliti noti abbiamo voluto polemizzare. Si è persa l’ennesima opportunità per dimostrare alla cittadinanza che è possibile lavorare per il territorio mettendo da parte, solo per un momento, le appartenenze politiche e le polemiche quotidiane.”

“Il treno è partito - conclude Maggio - e noi continuiamo a lavorare per valorizzare il territorio di Pederobba all’interno di questa candidatura perché crediamo lo meriti. Chiunque voglia darci una mano è il benvenuto”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook Fabio Maggio).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.