Bandiere logore al ponte sul Piave. Possamai: “Gli alpini di Covolo le sostituiranno, è triste fare polemiche”

Un acceso dibattito social ha caratterizzato questo ultimo lunedì mattina di giugno in un gruppo Facebook di Valdobbiadene.

Oggetto del contendere le bandiere posizionate sul ponte che collega il Comune di Pederobba con quello di Valdobbiadene, più conosciuto come “ponte di Vidor”.

Nel post in questione le bandiere (si tratta delle bandiere italiane) vengono definite “logore, in pessimo stato, talmente a brandelli che il rosso non si vede più”.

La nota social diventa ancora più pesante quando gli attacchi vengono rivolti direttamente al Comune di Valdobbiadene: “Ma non si vergogna il Comune a disonorare con questo menefreghismo la nostra bandiera? Tanto più che è il ponte sul Piave, fiume sacro alla Patria”.

Da diverso tempo, infatti, lo stato in cui versano le bandiere è stato oggetto di segnalazioni da parte di cittadini o semplici viaggiatori colpiti dal fatto che una delle “porte del nuovo sito Unesco” fosse trascurata e così poco valorizzata.

A fare un po’di chiarezza ci ha pensato il capogruppo degli alpini di Bigolino, Roberto Possamai, che ha spiegato: “Queste bandiere hanno delle dimensioni particolari e devono essere molto leggere. Si tratta di prodotti di importazione che vengono procurati da un’azienda alla quale ci rivolgiamo. A causa del Covid, e dei problemi alle dogane, ci sono stati dei ritardi e i tempi per ordinare le nuove bandiere sono diventati biblici”.

“Le bandiere vengono sostituite ogni sei mesi - conclude - e questa volta si occuperanno di tutto gli alpini di Covolo, dal reperimento delle bandiere al loro posizionamento. Noi daremo sicuramente una mano e credo che tutto si risolverà nel giro di una settimana, massimo dieci giorni. Dispiace ed è molto triste vedere come ormai si faccia polemica su tutto, dando per scontato che ci siano dei volontari che si occupino di queste cose senza pensare che le nostre sezioni hanno bisogno anche di un ricambio generazionale perché l’età media è molto alta”.

A colpire ancor di più, cercando di portare tutti a comprendere quali siano le priorità del momento, è il commento di Giovanna Capretta, professionista valdobbiadenese appassionata di storia locale: “In questo periodo non proprio eccelso, l’Italia, come il resto del mondo, sta cercando di risolvere molti problemi. Abbiamo avuto un numero assurdo di morti per un virus che ha obbligato le persone a stare lontane. Persone spirate senza nemmeno poter tenere la loro mano in quella del proprio caro. Salme trasportate con camion militari chissà verso quale sepoltura. Chiusura, sofferenza e malattia”.

“Stiamo attraversando una crisi economica che sta mettendo in ginocchio intere famiglie - prosegue - Tutti coloro che si sono prodigati ad aiutare lo hanno fatto portando via il loro tempo ai propri figli, alle proprie mogli e ai propri mariti. Hanno lavorato duro per allestire ospedali, per aiutare, per mantenete in piedi i paesi, le città, una nazione che in questo momento, in particolar modo, è rappresentata più che mai dalle persone e non dalle bandiere. Le bandiere sul ponte sono logore? Beh, lo è anche l’Italia. Ferita, piegata, addolorata, segnata da un’epidemia che ha dell’assurdo”.

“Guardatele, invece, quelle bandiere - conclude - Perché sono lo specchio della nostra attuale storia. L’Italia si sta leccando le ferite e pian piano guarirà. Ritornerà a mostrare la sua faccia con le cicatrici della storia e le bandiere ritorneranno a sventolare il loro Tricolore quando le ferite saranno rimarginate. Ma ora ci sono problemi più gravi da risolvere. Quando vedete una bandiera rovinata, non chiedetevi “perché non l’hanno cambiata?”. Piuttosto chiedetevi: “cosa posso fare io per cambiarla?”. E non mi riferisco al pezzo di stoffa che si consuma con il vento, mi riferisco al cuore e all’intelletto di ogni persona. Una bandiera logora sa parlare: ascoltiamola, apprezziamola, aiutiamola”.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport