Notte di razzie, quella tra martedì scorso e ieri, a Pieve di Soligo. Nel mirino dei ladri, la palestra Green Point di via Papa Luciani (nelle foto),  la scuola elementare "Andrea Zanzotto" ed il collegio vescovile "Balbi Valier". Un vero e proprio raid, in un raggio d'azione compreso in poche centinaia di metri e non lontano dal centro del paese, che ha fruttato ai malviventi un bottino complessivo di migliaia di euro.

Amara la sorpresa per Jonathas Mazzuco, figlio del titolare della palestra Roy, che si è accorto del furto intorno alle 7.30 di ieri mattina. Da quanto appreso, i malviventi si sarebbero introdotti nell'edificio forzando una porta sul retro. Una volta all'interno, hanno rovistato tra i cassetti, rubato un computer e soprattutto due mountain bike Cannondale, dal valore di circa 5.000 euro ciascuna.

Non contenti, i ladri sarebbero fuggiti anche con del contante, non senza essersi "dissetati" precedentemente bevendo un Enervit custodito all'interno del frigo della palestra, poi lasciato sopra il bancone. Come testimonia Roy Mazzucco, un furto di simili proporzioni nell'attività non era mai accaduto in quasi trent'anni. Il sospetto è che possa trattarsi di una banda di professionisti.

Banda che nella stessa notte ha colpito anche nella scuola elementare di via Cal Santa e nel collegio vescovile "Balbi Valier": nella prima, i ladri sarebbero riusciti ad impossessarsi di vari computer, prelevando anche le monete contenute all'interno dei distributori automatici; nel collegio, invece, i ladri, dopo aver settacciato qualche ufficio, se ne ne sarebbero andati con due computer portatili. In entrambi i casi i malviventi sarebbero penetrati negli edifici scassinando porte e finestre.



(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it