Pieve di Soligo, 60 anni d'amore per Anna e Erminio: la festa per le nozze di diamante in casa di riposo

Festeggiamenti speciali lo scorso San Valentino in Casa di riposo a Pieve di Soligo, dove gli ospiti Anna e Erminio (nelle foto)  hanno festeggiato i loro 60 anni di matrimonio. Le nozze di diamante sono un traguardo davvero importante, a corredo di una vita trascorsa assieme fianco a fianco.

I due sposi si sono conosciuti in giovane età sul posto di lavoro, una fabbrica di tappezzeria del paese: lei aveva 16 anni, lui 18 e si sono innamorati fin da subito. Erminio racconta che fu colpito in particolare da bellezza sbarazzina di Anna. Un amore travolgente, caratterizzato dalla collaborazione nel sacrificio per il lavoro e e la famiglia. ”E’ stata una vita bellissima”, racconta Erminio, con l'emozione che segna il suo volto.

Dopo il matrimonio, celebrato il 7 febbraio 1959, la coppia decide di mettersi in proprio e aprire un negozio di tappezzeria, affrontando le difficoltà che si presentavano di volta in volta sempre uniti. Nel frattempo la loro unione viene coronata dalla nascita di due figlie a distanza di due anni una dall'altra.

“Non esistevano vacanze - ripercorre Erminio - Quando gli amici facevano vacanza impiegando i soldi guadagnati, noi di comune accordo investivamo per la famiglia ed eravamo felici per questo, la nostra vacanza era quando stavamo insieme”.

Pieve Anna e Erminio sposi

Il loro segreto? “Vedere la Anna contenta e spendere i soldi guadagnati per i nostri progetti
- afferma Erminio - Io ho sempre fatto quello che mi diceva la mia Anna, mi sono sempre fidato di lei”.

“Nostra madre è stata una donna e moglie esemplare, affezionatissima a noi, ai nipoti Valentina, Mattia e Gian Maria e ai pronipoti Nicolò e Aurora, una vera dispensatrice di un amore incondizionato”, dicono le figlie.

Negli ultimi anni Anna è stata accolta nella Fondazione Casa per Anziani, ma il suo Erminio non ha mai smesso di venire a trovarla e accudirla, tutti i giorni per non lasciarla mai sola e ultimamente si è presentata la possibilità di ospitare anche lui.

Sebbene tutto non sia andato come se l’erano immaginato, l’amore è ancora lì, in una carezza sul viso, un gesto affettuoso e una parola gentile. “Insieme alla pazienza - precisa Erminio - perché ce ne vuole tanta per fare andare bene le cose”.

Anna e Ermino sono stati festeggiati a San Valentino circondati dall’affetto della famiglia e dei nipoti, insieme anche alla direttrice e ai dipendenti della struttura via Ospedale.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Fondazione Casa per Anziani).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport