Pieve di Soligo, gli studenti del Casagrande alla scoperta della "città intelligente": ieri l'incontro all'istituto

Conoscere la "città intelligente", quella che abiteremo un domani. Ieri, martedì 26 febbraio l’ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Treviso, in collaborazione con l’Isiss “Marco Casagrande” di Pieve di Soligo, ha promosso un incontro proprio sul tema “Il futuro della città”, per approfondire il concetto di "Smart City".

L’evento (nelle foto), rivolto alle classi quinte e quarte dell’istituto, ha voluto essere un punto di riflessione su come vorremmo e come saranno le nostre città. Hanno partecipato l’architetto Marco Pagani (presidente dell'ordine degli architetti ), l’archittetto Simone Gobbo (Demogo studio), il professor Roberto Masiero (Fondazione Francesco Fabbri) e il sindaco Stefano Soldan.

Grazie all'incontro i ragazzi hanno compreso come si stanno evolvendo le città: si tratta di luoghi in cui coesistono le più moderne tecnologie, dove la partecipazione e la condivisione delle idee parte dal basso, in modo attivo, spazi nel quale, grazie ad un modello circolare, il territorio viene reinventato e rigenerato, recuperando gli spazi dismessi e abbandonati.  Il tutto per una migliore qualità della vita e per una convivenza civile intelligente.

L’Istituto Casagrande ringrazia l’ordine degli architetti, l’amministrazione comunale e la Fondazione Fabbri per la stimolante opportunità offerta agli studenti.

(Fonte e foto: Isiss Marco Casagrande).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport