Pieve di Soligo, seconda serata del meeting sull’informazione del Quotidiano del Piave con le “sfide Unesco”

Buona la prima per l’appuntamento di ieri sera, martedì 3 dicembre 2019, con “Qdplive”, il meeting sull’informazione organizzato dal Quotidiano del Piave all’auditorium “Battistella Moccia” di Pieve di Soligo.

L’argomento della prima serata, “L’analfabetismo funzionale, insidie e opportunità dell’informazione digitale”, è stato analizzato in modo singolare, a tratti accattivante, grazie agli interventi di Paolo Crepet, noto psichiatra, sociologo e saggista, Maria Grazia Morgan, dirigente scolastico dell’Istituto “Giovanni Battista Cerletti” di Conegliano, e Nicola Possagnolo, giovane imprenditore e digital strategist che Forbes ha definito “uno dei 5 migliori digital marketing specialist in Italia”.

Il dibattito, moderato dal giornalista Gianluca Renosto, direttore del Quotidiano del Piave, è stato preceduto dall’esibizione di Emanuele Bastanzetti al violino e Arianna Bastanzetti al pianoforte.

FOTO QDP 3

Presenti diversi giornalisti trevigiani insieme a Massimiliano Crosato, già consigliere dell’Ordine dei giornalisti del Veneto e delegato alla formazione, oltre a diversi rappresentanti delle amministrazioni comunali di alcuni Comuni dell’Alta Marca Trevigiana.

L’evento, accreditato nella piattaforma nazionale Sigef, è stato organizzato in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti del Veneto per promuovere la formazione professionale.

L’argomento dell’analfabetismo funzionale, di non facile trattazione, ha permesso di analizzare le tante insidie e i pericoli che vivono soprattutto le nuove generazioni, fin troppo connesse dal punto di vista telematico e informatico ma spesso sconnesse dalla realtà, con evidenti criticità per sviluppo di relazioni sane ed edificanti.

Gli approfondimenti non finiscono qui perché l’appuntamento è anche per questa sera, mercoledì 4 dicembre 2019, alle ore 20.45 sempre all’auditorium “Battistella Moccia” con la serata dedicata al tema: “Patrimonio dell’umanità, sfide e prospettive del riconoscimento Unesco”.

Ospiti della serata Federico Caner, assessore al turismo della Regione Veneto, Amerigo Restucci, membro del consiglio direttivo dell’Icomos-Unesco per la tutela del patrimonio mondiale nel settore dei monumenti e dell’ambiente, Roberto Cerrato, direttore del sito Unesco dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, e Bruno Barel, avvocato esperto di diritto urbanistico e docente della Scuola di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova.



(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it)
Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.