Pieve di Soligo ricorda la Campagna di Russia con i cantastorie del Montello, sabato l’incontro al Battistella Moccia

Il prossimo sabato 18 gennaio 2020, alle ore 20.30, la comunità pievigina sarà invitata a riflettere sugli aspetti salienti della Campagna di Russia grazie all’appuntamento, ospitato all’auditorium “Battistella Moccia” di Pieve di Soligo, dal titolo: “Italianski Karashò”.

Grazie a testimonianze e canzoni, sarà ricordata una pagina di storia che merita sempre nuovi approfondimenti e analisi. L’incontro, per il quale è arrivato il contributo del Comune di Pieve di Soligo, è sostenuto dagli Alpini di Solighetto, Barbisano e Pieve di Soligo, oltre al gruppo che fa capo agli artiglieri pievigini.

A presentare lo spettacolo sarà il gruppo di cantastorie del Montello “I Sgrafalopa”, realtà che prende il nome da chi, durante la Prima guerra mondiale, raccoglieva il muschio per fare il brodo.

Il sodalizio, nato di Biadene nel 1997, ha organizzato alcuni eventi anche in occasione del Centenario della Grande Guerra e in altre giornate. “Sarà un momento importante - spiegano gli organizzatori - per ricordare la sofferenza vissuta dalle persone coinvolte nella Campagna di Russia. Si trattava di uomini che non sapevano a cosa sarebbero andati incontro, ignorandone anche i motivi”.

Domenica 26 gennaio, inoltre, gli Alpini di Solighetto ricorderanno il 76.mo anniversario della “battaglia di Nikolajewka”, combattuta il 26 gennaio del 1943, durante la Seconda guerra mondiale, tra le truppe sovietiche e le forze residue dell’Asse in caotico ripiegamento nella parte meridionale del fronte orientale.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport