Pieve di Soligo, in partenza il corso “I funghi e il loro ambiente”. Negri: “Diffidiamo dalle preparazioni incerte”

I funghi rappresentano una vera e propria passione per molte persone che amano raccoglierli, cucinarli o anche solo fotografarli, ma sono pochi quelli che li conoscono veramente.

Proprio per questo, il prossimo mercoledì 12 febbraio 2020 partirà a Pieve di Soligo la prima di cinque serate di approfondimento dal titolo: “I funghi e il loro ambiente”.

Le lezioni, tenute da esperti del settore, si svolgeranno all’auditorium “Battistella Moccia”, in piazza Vittorio Emanuele II a Pieve di Soligo, sempre alle ore 20.30.

I temi degli incontri saranno: “I funghi e l’ambiente” (mercoledì 12 febbraio), “L’ambiente litoraneo e i suoi funghi” (mercoledì 19 febbraio), “I funghi della pianura” (mercoledì 26 febbraio), “I funghi della collina” (mercoledì 4 marzo) e “I funghi della montagna” (mercoledì 11 marzo).

Il corso, che ha ottenuto il patrocinio dei Comuni di Pieve di Soligo, Refrontolo e Conegliano, sarà tenuto da esperti micologi del “Gruppo Micologico P.A. Saccardo” di Treviso, con i quali sono in previsione delle uscite in campagna.

I posti disponibili sono limitati e tutte le informazioni sull’iscrizione al corso si potranno avere recandosi nella biblioteca di Pieve di Soligo.

Per le famiglie, c’è la possibilità di iscriversi al gruppo micologico con delle facilitazioni, mentre per gli under 18 l’iscrizione è gratuita.

“Si tratta del quarto corso di questo tipo organizzato in paese - ha spiegato Giuseppe Negri, assessore all’ambiente del Comune di Pieve di Soligo - Rispetto agli altri corsi, si differenzia dai precedenti per uno sguardo a 360 gradi sull’ambiente dove crescono i funghi”.

“Il corso è rivolto ad appassionati ma anche a neofiti - conclude - con esperti del “Gruppo Micologico P.A. Saccardo” di Treviso che ci aiuteranno a conoscere meglio un mondo molto complesso con migliaia di specie differenti”.

“Diffidiamo sempre quando ci vengono proposti corsi con relatori dalla preparazione incerta - conclude - Purtroppo, quando si parla di funghi, ogni anno assistiamo ad alcuni incidenti che potrebbero essere evitati con la giusta formazione. Parliamo di un mondo meraviglioso al quale dobbiamo avvicinarci con un certo criterio, anche dal punto di vista scientifico”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport