Pieve di Soligo, dalla comunità cristiana “Novena al Beato Giuseppe Toniolo” e campane a festa per San Giuseppe

“Le nostre comunità cristiane sono invitate a rivolgersi con fiducia al Beato Giuseppe Toniolo affinché ci ottenga di essere preservati dal contagio del Coronavirus”: queste le parole di don Giuseppe Nadal, parroco di Pieve di Soligo, per un segno di vicinanza ai fedeli delle comunità dell’Unità Pastorale “La Pieve” in questo momento di prova.

Il Beato - prosegue don Giuseppe - interceda presso il Signore perché siano ispirati i ricercatori, siano forti e sani i medici e tutti gli operatori sanitari, trovino buone soluzioni i responsabili della vita sociale ed economica e tutta la popolazione collabori con responsabilità. Ci impegniamo a fare la novena di preghiere, invocando l’intercessione del Beato Giuseppe Toniolo, e concludiamo il 20 marzo la prima novena”.

“Anche dopo questa data - prosegue il parroco di Pieve di Soligo - è bene continuare ogni giorno individualmente o in famiglia. Davanti alla sua tomba resta sempre acceso un cero e la promessa è quella di fare una celebrazione solenne di ringraziamento quando sarà passato questo pericolo. Siamo a conoscenza del forte desiderio di tanti cristiani di venire a pregare insieme nelle chiese”.

“Anche noi sacerdoti siamo molto amareggiati di non poter celebrare la Santa messa con i fedeli - aggiunge - Da domenica, vorremmo raggiungere tutti con le celebrazioni delle Sante messe in diretta online. Le parrocchie dell’Unità Pastorale “La Pieve” (Barbisano, Collalto, Pieve, Refrontolo e Solighetto) e tanti altri nel mondo che lo desiderano possono collegarsi direttamente attraverso computer, tablet, smartphone e addirittura sulle smart-tv abilitate alla navigazione in internet”.

“Bisogna entrare nel sito web dell’Unità Pastorale - specifica -, raggiungibile all’indirizzo www.uplapieve.it. Si può cliccare poi sull’icona del video in evidenza. Pensiamo di trasmettere ogni giorno alle ore 18.30 la Santa messa, anche alla domenica. In tutte cinque le parrocchie, questo momento di preghiera viene annunciato con il suono delle campane alle ore 18”.

“Siamo contenti che il vescovo ci chieda di suonare la campana del mezzogiorno e quella dell’Ave Maria alle ore 8 e alle 19.30 - conclude don Giuseppe - Il suono delle campane ha sempre accompagnato i momenti lieti e tristi delle comunità cristiane: è bello sentire il loro richiamo. Abbiamo bisogno della loro voce per sentirci uniti: è un invito alla preghiera e un segno di vita e di speranza. In questa solennità di San Giuseppe in tutta l’Italia le campane suoneranno a festa alle ore 21 per invitarci alla recita del rosario nelle nostre famiglie”.

L’invito è anche quello di mettere nei davanzali delle case un lume, o un drappo bianco, per sentirsi tutti uniti nell’invocare il Signore per un aiuto a vincere il Coronavirus.

La parrocchia ricorda che, per chi non avesse una connessione internet o avesse limiti di traffico, alcune compagnie telefoniche stanno mettendo a disposizione, gratuitamente, dei piani tariffari pensati proprio per questo periodo di emergenza.

Questa la novena al Beato Toniolo:

"Signore Gesù, ti ringraziamo per averci dato il Beato Giuseppe Toniolo, esemplare sposo e padre, sapiente educatore di giovani dalla cattedra universitaria. Egli ha dedicato la vita interamente al tuo Regno, nella testimonianza del Vangelo come sorgente di salvezza per la cultura e la società. Fa' che il suo esempio ci spinga ad amarti come egli ti ha amato. La sua intercessione ci sostenga e ci aiuti nelle nostre necessità. Dona alla Chiesa, che egli ha tanto amato e servito, di poterlo onorare come Santo accanto a Te, sui tuoi altari, testimone di santità laicale a gloria della Santissima Trinità. Amen Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Come era in principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Beato Giuseppe Toniolo prega per noi".


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Parrocchia di Pieve di Soligo).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport