Pieve di Soligo, il Galivm dona 20 mezzi metri di pizza agli ospiti della casa di riposo. Soldan: “Un’emozione immensa”

Ben 20 mezzi metri di gustosa pizza hanno reso più bella la giornata degli ospiti della casa di riposo di Pieve di Soligo, grazie alla donazione del Galivm di Solighetto.

Il noto birrificio pievigino, conosciuto per la sua ricca proposta di piatti sfiziosi e per le birre della casa, ha deciso di consegnare questa mattina, venerdì 27 marzo 2020, un omaggio davvero goloso come segno di vicinanza agli anziani della struttura.

Alla presenza del sindaco di Pieve di Soligo, Stefano Soldan, e dell’assessore ai servizi sociali e demografici, Tobia Donadel, il titolare Luca Calenda e il suo staff hanno portato dei grandi cartoni con 20 pizze da mezzo metro, pari a 60 pizze di dimensioni normali.

Un gesto molto apprezzato dagli ospiti della casa di riposo e anche dagli operatori che, nel rispetto delle norme sulle distanze di sicurezza, con guanti e mascherine, hanno accolto i benefattori per la gioia di tutti.

FOTO PIZZA 3

Nel dramma di una crisi così intensa e di un’emergenza che non ha memoria nella società contemporanea - ha dichiarato Stefano Soldan, sindaco di Pieve di Soligo -, scoprire e condividere gesti di generosità di ogni tipo è un’emozione immensa. Credo che in questi mesi più che mai si riscopra il vero e autentico tessuto sociale delle nostre regioni e della nostra Italia”.

“Grazie all’iniziativa del Galivm - conclude - e allo spontaneo ma necessario sorriso delle nostre “biblioteche storiche”. Un pensiero di vicinanza e un abbraccio alla nostra casa di riposo, a tutto il personale e al consiglio di amministrazione”.

L’iniziativa del Galivm, che prosegue con la sua attività di consegna a domicilio della cena, si aggiunge ai tanti altri esempi di solidarietà che arrivano dal territorio dell’Alta Marca Trevigiana, nel quale tanti piccoli tasselli hanno creato un mosaico che parla di umanità e lotta all’indifferenza.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Galivm).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport