Apprezzamenti per la nuova area sgambamento cani di Pieve di Soligo: pievigini disciplinati nell’utilizzo

La nuova area sgambamento cani di Pieve di Soligo, ubicata nella zona del Parco Balbi, al confine con il parcheggio di via Aldo Moro, è stata molto apprezzata dai pievigini che la stanno frequentando per la gioia dei loro amici a quattro zampe.

Nessuna inaugurazione ufficiale è stata fatta perché l’area è stata aperta lo scorso mese di marzo, in piena emergenza Coronavirus.

Un servizio in più per la comunità di Pieve di Soligo e per tutti i proprietari di cani che desiderano che i propri animali si muovano in sicurezza in un contesto protetto.

“L’area sgambamento cani è ben frequentata - spiega Giuseppe Negri, assessore all’ambiente del Comune di Pieve di Soligo -, per il momento non ci sono stati problemi e sto vedendo che i cittadini l’hanno apprezzata molto. Si può entrare liberamente nello spazio recintato che ha un doppio cancello”.

“Per il corretto utilizzo dell’area - prosegue - come sempre valgono le regole di buon senso e consiglio ai proprietari di cani “litigiosi” di prestare la massima attenzione anche perché lo scopo di questo spazio non è certamente quello di creare tensione tra le persone. Ognuno deve conoscere i propri cani ed essere in grado di intervenire quando si manifesta un problema”.

“Non bisogna portare dentro l’area sgambamento cani delle femmine in calore - precisa l’assessore Negri - né dare da mangiare al proprio animale quando è entrato. La stessa cosa vale per i giocattoli perché, in presenza di altri animali, ci potrebbero essere delle “zuffe” tra cani che si contendono l’oggetto in questione. Un altro consiglio che mi sento di dare è di portare il proprio cane nella nostra area sgambamento cani quando ha già fatto la sua passeggiata e si è sfogato un po’, liberando le sue energie”.

Il rispetto per chi sta già utilizzando l’area con il suo cane e la raccolta delle deiezioni dei propri animali sono altre regole utili per garantire la serenità di tutti evitando che, per la noncuranza di qualcuno, altre persone possano avere dei problemi con il rischio che siano inserite delle regole più restrittive.

Anche nei gruppi social del paese c’è chi ha voluto manifestare la sua gratitudine verso l’amministrazione comunale di Pieve di Soligo per questa attenzione particolare per i proprietari di animali.

Come per altre situazioni simili, anche per l’area sgambamento cani pievigina valgono le regole sul divieto di assembramenti e tutte le altre disposizioni per evitare la diffusione del Coronavirus, tenendo sempre a mente che gli animali non sono un veicolo per la diffusione del virus.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Sei di Pieve di Soligo se..).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport