Pieve di Soligo, celebrato il mondo del volontariato locale nella cerimonia per la Festa della Repubblica

Una Festa della Repubblica surreale quella che si è celebrata ieri, martedì 2 giugno 2020, con cerimonie annullate o ridimensionate in tutta Italia nel rispetto delle misure per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Nel parco di via 2 Giugno a Pieve di Soligo si è tenuta una piccola cerimonia senza assembramenti alla presenza del sindaco Stefano Soldan, di diversi consiglieri comunali e dei rappresentanti di alcune realtà del mondo del volontariato e delle associazioni del paese: Filarmonica, alpini, artiglieri, paracadutisti e Protezione civile.

Nel suo discorso ufficiale, il primo cittadino di Pieve di Soligo ha ringraziato tutti i volontari pievigini, in particolar modo la Protezione civile, per il grande lavoro di questi mesi a beneficio della comunità.

L’impegno delle associazioni di Pieve di Soligo, che si aggiunge alle donazioni dei privati e ad altre iniziative di solidarietà spalmate nei diversi mesi dell’emergenza epidemiologica, ha mostrato il grande senso di comunità che il sindaco Soldan ha voluto evidenziare come modello per tutta la cittadinanza.

Il sindaco di Pieve di Soligo ha anche chiesto ai presenti un applauso per i volontari e per tutti i medici e i sanitari che stanno ancora lavorando per assicurare la salute di tutti, oltre a un minuto di silenzio per chi non c’è più a causa del Coronavirus.

“La mia promessa era stata quella di fare una bella festa invitando i rappresentanti delle realtà associative del Comune - ha dichiarato il primo cittadino di Pieve di Soligo - Purtroppo, l’emergenza Coronavirus ci ha imposto una cerimonia sottotono anche dal punto di vista degli inviti. L’appuntamento per tutti è al 2021 dove speriamo di poter festeggiare nel modo migliore la nostra Repubblica”.

L’Italia, dopo la fase più acuta dell’emergenza sanitaria, deve affrontare ora il problema economico con tante imprese che provano a rialzarsi dopo i danni ingenti legati alla chiusura forzata delle loro attività.

In questo frangente, si distingueranno ancora di più le comunità che potranno contare sulla forza delle associazioni di volontariato a supporto delle istituzioni pubbliche nelle battaglie sociali da affrontare in ogni Comune.

Giornate come quella di ieri mostrano che Pieve di Soligo, forte di un attivo e variegato gruppo di associazioni impegnate su più fronti per la loro comunità, ha tutte le carte in regola per guardare con positività al futuro.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport