Pieve di Soligo, domani si potrà tornare a studiare in biblioteca. Stasera la riunione per le attività estive all’aperto

Gli studenti potranno tornare a studiare nella biblioteca comunale di Pieve di Soligo che, dopo un primo periodo limitato a prestiti e restituzioni di libri, riapre le porte per poter studiare e leggere all’interno della struttura.

Da domani, giovedì 4 giugno 2020, si potrà nuovamente accedere alle aule studio rispettando le norme e le disposizioni messe in atto per limitare ogni possibilità di contagio e assembramento.

Per questo, i posti a sedere, dislocati sui 3 piani della biblioteca, saranno ridotti a 29 e il personale controllerà il rispetto delle regole sul distanziamento sociale.

“In base all’affluenza - precisano dalla biblioteca - si valuterà se procedere con un sistema di prenotazione delle postazioni. Sarà inoltre disponibile una postazione pc per l’utenza, mentre rimane ancora sospesa la possibilità di sostare in sala bimbi così come la possibilità di consultare riviste e quotidiani. Gli utenti che intendono utilizzare le aule studio saranno tenuti a firmare un’autocertificazione relativa al proprio stato di salute che sarà conservata per 14 giorni”.

“Anche l’ingresso per il solo prestito e restituzione - spiegano dalla biblioteca -, con dispositivi di prevenzione personali (mascherina e guanti), rimarrà contingentato. Viene ripristinato l’orario consueto: lunedì, mercoledì e sabato mattina dalle ore 8.30 alle 12.30, mentre dal lunedì al venerdì pomeriggio dalle ore 14.30 alle 18.30, con estensione il mercoledì fino alle ore 20. Dall’8 giugno riprenderà anche il servizio di interprestito tra le biblioteche della Provincia di Treviso”.

L’amministrazione comunale di Pieve di Soligo e il personale della biblioteca auspicano la massima collaborazione per mantenere il servizio in sicurezza e nel rispetto di tutti.

“Abbiamo adottato queste linee precauzionali per chi studia in biblioteca - ha spiegato Luisa Cigagna, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Pieve di Soligo - perché dobbiamo verificare che le persone siano in salute. Abbiamo anche ordinato le barriere in plexiglass per garantire una sicurezza maggiore”.

“I nostri gruppi di lettura vorrebbero organizzare delle attività all’aperto per questa estate - conclude il vicesindaco Cigagna -. A tal proposito questa sera incontrerò i rappresentanti delle associazioni culturali di Pieve di Soligo per provare a costruire insieme un calendario di iniziative da proporre nel periodo estivo in “modalità Covid”. Sarebbe bella anche una rassegna di film all’aperto e per questo il tavolo di stasera sarà fondamentale”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport