Ascotrade per la Caritas: due euro per ogni attivazione della bolletta via mail, serviranno per oltre 20mila pasti

Una donazione di 2 euro alla Caritas Italiana per ogni attivazione dell’invio elettronico della bolletta, per fornire pasti a chi ne ha bisogno. È questa l’iniziativa di solidarietà messa in campo da Ascotrade e dalle società del Gruppo Hera che si concluderà il 30 giugno.

Nelle prime settimane di campagna sono stati già raggiunti gli obiettivi che permettono di donare all’ente fondi equivalenti all’erogazione di oltre 20.000 pasti, di cui 2.000 raccolti grazie alla solidarietà dei clienti di Ascotrade. Ma ancora molto si può fare aderendo all’iniziativa entro fine mese.

Fino al 30 giugno, quindi, per ciascun contratto luce o gas, domestico o business, che attivi l’invio elettronico della bolletta, Ascotrade donerà 2 euro a favore della Caritas Italiana per l’erogazione di pasti da destinare alle persone in difficoltà in Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Per dare visibilità all’iniziativa di solidarietà è stata avviata una capillare campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i clienti, tramite sms e mail.

Richiedere la bolletta via mail è semplice: basta cliccare sul link presente nelle comunicazioni sms o mail inviate ai clienti oppure accedere allo sportello online Ascoclick presente sul sito aziendale o ancora contattare il servizio clienti.

Scegliere l’invio elettronico della bolletta è un piccolo gesto con il quale ora, però, si può contribuire a dare un aiuto concreto a chi ha più bisogno, per superare questo delicato momento.

Allo stesso tempo rappresenta un vantaggio per i clienti, poiché l’invio via mail assicura puntualità di consegna, e anche per l’ambiente, in termini di risparmio di carta ed emissioni in atmosfera per produrla e trasportarla.

Il progetto di solidarietà che vede coinvolta la Caritas Italiana si affianca alle altre numerose iniziative messe in campo in questo periodo da Ascotrade e dal Gruppo Hera per tutelare e sostenere tutti i propri stakeholder, a partire da dipendenti, fornitori e clienti.

In particolare, per i propri clienti (famiglie e imprese) in difficoltà economica sono state introdotte dilazioni di pagamento, rateizzazioni delle bollette e sconti nella bolletta gas per i clienti con situazioni economiche disagiate. Inoltre, poiché l’emergenza Coronavirus ha messo a dura prova il sistema sanitario, sono stati donati oltre 600 mila euro a favore dei Servizi Sanitari Regionali di Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Marche, di cui quasi 64 mila euro raccolti tra i dipendenti.

“A seguito di questa emergenza, che non è solo sanitaria ma sociale ed economica, è aumentato il numero di persone che non riescono a soddisfare neppure i bisogni primari come la garanzia di un pasto” commenta Cristian Fabbri, amministratore delegato di Ascotrade.

“Con le agevolazioni già attivate per il pagamento delle bollette e questa ulteriore iniziativa in collaborazione con Caritas Italiana, vogliamo dare un contributo concreto a chi si trova in maggiore difficoltà. Gli obiettivi già raggiunti sono il segnale di come, grazie ad una scelta solidale e sostenibile dei nostri clienti, si possano ottenere in breve tempo risultati concreti per il territorio. Contiamo di raggiungere ulteriori importanti traguardi di solidarietà prima della conclusione dell’iniziativa”.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport