Pieve di Soligo, Eclisse dona una nuova unità di supporto logistico per Esam. Tonetto: “Un traguardo importante”

 

Grazie alla donazione dell’azienda Eclisse di Pieve di Soligo, Esam (Emergenza Sanitaria Alta Marca) Onlus avrà una nuova unità di supporto logistico utile per gli interventi nel territorio del Quartier del Piave e della Vallata.

La consegna ufficiale del nuovo furgone logistico di supporto a Esam si è tenuta questa mattina, sabato 1 agosto, nella sede di Eclisse in via Giovanni Pascoli a Pieve di Soligo.

Presenti il fondatore e presidente dell’azienda pievigina, Luigi De Faveri, Erica Tonetto, presidente di Esam, Alberto Paoletti, vicepresidente di Esam, e il dottor Massimo Della Giustina, direttore sanitario di Esam.

“Questi gesti sono sempre importanti perché far del bene a delle realtà che hanno bisogno è sempre una bella cosa - ha dichiarato Luigi De Faveri, presidente e fondatore di Eclisse - Tutti i ragazzi che lavorano con me, non voglio lasciarne fuori neanche uno, sono brave persone che si dedicano al lavoro e oggi è un piacere rappresentare tutta l’azienda”.

“È un traguardo importante per noi perché finalmente siamo riusciti, grazie al coinvolgimento del territorio e ad Eclisse che ci ha dato una mano e ha sentito i nostri bisogni, a rispondere con prontezza alle esigenze del territorio - ha spiegato Erica Tonetto, presidente Esam - L’acquisto del furgone è fondamentale perché risponde a bisogni che abbiamo rilevato durante le manifestazioni, le gare ciclistiche o altri tipi di eventi perché avevamo bisogno di un supporto logistico molto più importante”.

“Questa unità di supporto logistico è stata pensata per essere multifunzionale perché può funzionare da centro di coordinamento di una manifestazione o di un’emergenza - ha aggiunto Alberto Paoletti, vicepresidente Esam - Visto che ha una sorta di punto di primo soccorso, può essere un supporto sanitario per un’emergenza e si può rimuovere tutto l’allestimento, visto che è smontabile, per creare un pulmino di nove posti. A seconda delle esigenze può essere modificata la sua funzione”.

“La popolazione è vicina alla nostra attività che è in parte inusuale e un po’rischiosa ma molto sentita e assolutamente necessaria in un territorio come il nostro che ha delle difficoltà orografiche da gestire - ha affermato il dottor Massimo Della Giustina, direttore sanitario Esam - Siamo contenti del supporto economico con questi segnali che ci arrivano da associazioni, aziende e altri enti privati per il sostegno della nostra attività che è esclusivamente di volontariato”.

Dopo la consegna ufficiale, c’è stato un momento conviviale con un rinfresco curato dai ragazzi dell’Aipd Marca Trevigiana (Associazione Italiana Persone Down) nel quale gli operatori di Esam hanno ringraziato la famiglia del presidente De Faveri per la vicinanza alla loro realtà.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e Video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport