Nasce “Il primo bene”, accordo di rete tra le scuole dell’infanzia del territorio. Il Balbi Valier capofila

Importante novità per le scuole paritarie del territorio del Quartier del Piave: le otto scuole dell’infanzia di Moriago, Mosnigo, Falzè di Piave, Sernaglia della Battaglia, Soligo, Col San Martino, Barbisano e Solighetto e il Collegio Vescovile Balbi Valier hanno sottoscritto un accordo cooperativo per la gestione associata dei servizi dei vari istituti, chiamato “Il primo bene”, che vede proprio l’ente ecclesiastico con sede a Pieve di Soligo capofila e punto di riferimento di questo progetto veramente innovativo per la cura degli aspetti organizzativi e amministrativi.

La conferma arriva direttamente dal direttore del Collegio di via Sartori, Stefano Uliana: “Abbiamo deciso di avviare questo accordo di rete per rispondere alle complesse esigenze della realtà di oggi - sottolinea - condividendo progettualità, sguardi e prassi, pur mantenendo autonome le diverse scuole paritarie e conservando in pieno le peculiarità di ciascuna parrocchia”.

“In questo modo ogni scuola può arricchire l’altra con l’apporto di esperienze e prassi concrete - afferma Uliana - perché solo unendo le forze e remando tutti nella stessa direzione possiamo davvero garantire la migliore offerta ed efficienza dei servizi”.

Il progetto infanzia “Il primo bene” ha visto il suo principio nel corso dello scorso anno, con un accordo di collaborazione con le scuole di Solighetto e Barbisano. Nel corso del lockdown, nel silenzio e nella distanza forzata che hanno segnato quei lunghi mesi, è nata un’intesa foraniale a livello del Quartier del Piave. Il cammino si è consolidato nelle settimane successive, e sulla scia degli incontri di giugno per l’importante questione dell’organizzazione dei centri estivi, pochi giorni fa, venerdì 11 settembre, è stato firmato l’accordo di rete tra i diversi enti.

“Il primo bene sono i nostri bambini e le comunità - conclude il direttore del collegio Balbi - e questa iniziativa intende valorizzare innanzitutto proprio il valore dell’educazione delle giovani generazioni e l’apporto originale che arriva dalle scuole d’infanzia paritarie del nostro territorio, che vantano una lunga e gloriosa storia di presenza e di servizio e una valida offerta formativa all’altezza dei tempi. Solo cooperando e unendo le nostre forze possiamo davvero riuscire ad attraversare questo periodo ricco di sfide per ognuno di noi e a garantire una maggiore serenità ed efficienza per il mondo della scuola locale”.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 



Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport