Un pezzo di Provenza a Possagno, la coltivazione di girasoli di Valter Binotto: il Belvedere della Pedemontana

Nel suo girovagare in giro per il mondo alla ricerca dei paradisi naturali, la sua fedele macchina da presa ha fissato l’obiettivo su una distesa di girasoli, nelle infinite campagne del sud della Francia.

Dai suoi numerosi scatti è rimasto colpito dalla bellezza delle colline della Provenza, dove i campi di girasole fanno bella mostra di sé al pari delle piantagioni di lavanda.

E così Valter Binotto, 58 anni consulente finanziario possagnese, al suo ritorno a casa non ci ha pensato due volte di portare un parte di Provenza lungo via Campet  a sud della città del Canova (nelle foto), attraverso la coltivazione di questi fiori giganti, che a volte raggiungono anche i quattro metri di altezza.

Venticinquemila metri interamente coltivati con questo fiore dall’alto contenuto oleico, tanto da far concorrenza all’extra vergine di oliva, e consigliato dai maggiori chef italiani.

kinesiostudio nuovo

Una coltivazione alternativa, soprattutto in collina, dove manca l’irrigazione e, visti i cambiamenti climatici di questi ultimi anni, con le coltivazioni (mais in primis) che soffrono particolarmente la siccità estiva. Una ditta della zona in questi ultimi anni ha cercato di sviluppare questa coltivazione per sfruttate i terreni a seminativo della Pedemontana dove non è presente l’irrigazione.

Il girasole, essendo una pianta mediterranea, resiste benissimo alla siccità e dai suoi semi viene ricavato olio alimentare.

“L’alternativa sarebbe piantare vigneti ma questa coltivazione, soprattutto nelle vicinanze dei centri abitati, porterebbe a grossi problemi per l’ambiente e le persone per i consistenti trattamenti con i fitofarmaci" spiega Valter Binotto.


girasoli posagno 1

"Per non abbandonare questi terreni, che porterebbero all’abbruttimento del territorio - prosegue Binotto -, su suggerimento di mia moglie, che mie segue nei miei viaggi, e vedendo queste distese di girasoli nel sud della Francia, abbiamo pensato di replicare questa coltivazione nei terreni di famiglia. Coltivazioni che, pur non offrendo un importante reddito, danno un tocco di bellezza all’intero ambiente”.

Otre ai 25 mila metri di girasoli da olio, Valter ha piantato ben mille piante di girasoli da fiore. Una varietà normalmente in uso dai fiorai per le loro composizioni: “Così agli amici che vengono a vedere la fioritura regalo un bouquet di girasoli ad alta resistenza in vaso”.

A tutto questo, anche la soddisfazione per i coniugi Binotto di vedere la gente a passeggio per la zona soffermarsi e, soprattutto, farsi i selfie lungo via Campet, immersi tra i girasoli della Pedemontana.



(Fonte: Giovanni Negro © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Valter Binotto).
#Qdpnews.it)

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport