Possagno, Moira Mascotto neodirettrice della Gypsotheca Antonio Canova: "Valorizzare il patrimonio come obiettivo"

Una figura femminile alla direzione del Museo Gypsotheca Antonio Canova: il consiglio di amministrazione della Fondazione Canova, presieduto da Vittorio Sgarbi, ha nominato Moira Mascotto (nella foto) direttrice del Museo, all’interno del quale sono conservate le opere del famoso artista possagnese, il più grande esponente dell’arte neoclassica.

Una pluriennale esperienza nel mondo della didattica museale all’interno del Museo, e membro del Consiglio di amministrazione di Fondazione Canova, il biglietto da visita della nuova direttrice che avrà funzioni manageriali, nella tutela, conservazione, e la valorizzazione del patrimonio, grazie al rafforzamento di reti locali, collaborazioni nazionali e internazionali, e allo sviluppo di progetti volti all’accessibilità museale.

Una figura interna quindi nella nomina di Moira Mascotto profonda conoscitrice dell’artista, e dell’istituzione.

kinesiostudio nuovo

Laureata in Storia dell’arte e conservazione dei beni storico e artistici, presso l’Università degli Studi di Udine, con una tesi su “Giovanni Battista Sartori e la Gypsotheca di Possagno” vanta una pluriennale esperienza nel mondo della didattica museale: socia da anni, tra l’altro, dell’Associazione Amici del Canova, all’interno della quale ha rivestito negli ultimi due mandati il ruolo di vicepresidente.

Nel condividere la sua nomina a direttrice del Museo, Sgarbi ha sottolineato l’impegno e la determinazione della dottoressa Mascotto, nel garantire l’amorevole custodia della memoria di Antonio Canova, della Gypsotheca, e della sua Casa, con passione e competenza.

La neodirettrice che subentra all’ex direttore Mario Guderzo in pensione dagli inizi di quest’anno, che ha gestito nel periodo del lockodown le attività del Museo, si dice onorata dalla scelta.

Il mio obiettivo primario sarà quello della conservazione e la valorizzazione del patrimonio canoviano - conferma la neo direttrice - sottolineando l’opportunità in un prossimo futuro, della centralità del Museo, per tutte le iniziative nazionali e internazionali”.

La gestione del complesso museale sotto la direzione di Mascotto, coadiuvata dal Comitato di Studi coordinato dal professor Francesco Leone, e dal presidente Vittorio Sgarbi, avrà il compito di programmare l’appuntamento principe nel 2022, incentrato nelle celebrazioni dei 200 anni dalla morte di Antonio Canova.

Nel complimentarsi con la neodirettrice, il sindaco di Possagno e vicepresidente della Fondazione, Valerio Favero, commenta così la nomina: “Sono sicuro che la dottoressa Mascotto saprà fare un ottimo lavoro alla guida del Museo. Lei conosce bene la nostra realtà, e questo le permetterà di essere incisiva sin da subito. Ci aspettano anni impegnativi e la sua passione e competenza saranno preziose”.


(Fonte: Giovanni Negro © Qdpnews.it).
(Foto: Fondazione Canova).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport