Uno sport che non ha nulla a che vedere con la violenza, bensì con l'autodisciplina: questo il messaggio trasmesso nel corso di "Fighters before Christmas",  gala di arti marziali organizzato dalla "Free sport and movement 1986" di Conegliano lo scorso sabato 15 dicembre alla Zoppas Arena di Conegliano. Un appuntamento che ha riunito atleti di tutte le categorie appartenenti alle associazioni del territorio, ospitando anche pugili provenienti dall'estero.

Un evento sicuramente non semplice da organizzare e gestire, ma di grande impatto vista la presenza anche di emittenti stranieri per la messa in onda degli incontri, come ha specificato Santi Soraci, ideatore della kermesse agonistica e maestro di Tang Soo Do.



Ospite della serata anche Giacobbe Fragomeni, campione del mondo 2008 nella categoria dei pesi massimi leggeri e vincitore dell'edizione 2016 del reality "L'isola dei famosi",  il quale ha lanciato un messaggio ben preciso: "Venite in palestra. Non è vero che il pugilato cresce ragazzi violenti, ma è uno sport duro dove è necessario sapersi sacrificare. Bisogna lavorare molto - ha detto - anche per conoscere se stessi. Così è possibile autogestirsi ed è sicuramente una forma di sport positivo da promuovere in un mondo dove c'è tanta violenza e bullismo. Portate i vostri figli in palestra".

Uno sport capace di infondere un certo livello di autodisciplina in chi lo pratica, uno sport lontano dai possibili luoghi comuni: un messaggio rimarcato più volte nel corso dell'appuntamento dallo stesso Fragomeni, il quale dal palco del ring ha invitato ancora una volta i genitori a portare i figli in palestra.

E proprio giovani e giovanissimi si sono messi alla prova sul ring, mettendosi alla prova e misurando se stessi. Tra questi Ivan Bertazzon del Fight Club Italia è riuscito a difendere il titolo nazionale Csen di Semi-Contact contro Michele Mori, atleta del gruppo All Style Combact di Udine. Per il Trofeo Nazionale Csen di K1 Annemarie Turcin del Team Canova ha sconfitto per ko tecnico Ilia Valmarana del Team Scorpio di Venezia.

Conegliano fighters 2 copy

Michele Goldin del Team Satori di Padova ha vinto il cinturone di campione nazionale Csen di K1 contro Davide Lioci del team Soraci, mentre Yao Agbetiafa del Team Satori di Gorizia ha vinto il titolo intercontinentale di K1, aggiudicandosi il cinturone contro l'atleta francese Recio Anthony del Team Greg Tony di Draguignan, accompagnato dal celebre pluri-campione Cedric Castagna in veste di coach.

L'ultimo match é stata una sfida di Muay Thai dove Ginsari Nicolae (Team Canova) è riuscito a sconfiggere il francese Gerard Moro (Nak Muay Gym di Cannes), aggiudicandosi il Titolo Intercontinentale Wtka Muay Thai e il cinturone.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Intervista video a cura di Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
#Qdpnews.it