Un torneo di calcetto per ricordare l'amico scomparso. Un'ennesima dimostrazione di quanto Jorge Antonio Gobbato Moro, per tutti "Coco", ventenne pievigino di origine peruviana morto in un incidente d'auto la notte tra il 5 e 6 gennaio 2016, fosse benvoluto.

Il "memorial" si è svolto sabato scorso negli impianti sportivi all'aperto del palazzetto di via Mira, dove erano presenti anche i genitori di Coco ed il fratello Anderson. A partecipare all'evento, nel complesso, circa una cinquantina di persone, cari amici del giovane scomparso e della famiglia. Una trentina coloro che sono scesi in campo.

Pieve di Soligo memorial coco 4

"Ci siamo ritrovati alle ore 14 e ognuno di noi ha portato da casa qualcosa, ad esempio formaggi, salami, bibite o dolci. Abbiamo giocato alcune partite tra di noi, sempre dandoci il cambio, occupando i due campi presenti - racconta uno degli organizzatori - Alla fine del torneo siamo rimasti all'esterno del bar del palazzetto in un clima amichevole, usufruendo del buffet portato da casa".

Il ricordo di Coco è ancora vivo in tutta la comunità. Il ventenne, nel gennaio 2016, stava accompagnando a casa un amico quando nei pressi di una curva all'altezza dello stabilimento "De Faveri", precipitò a bordo della sua auto nel torrente Lierza in via della Vittoria, la strada che dalle colline di Refrontolo scende verso Pieve di Soligo. La Chevrolet grigia sulla quale viaggiava si capovolse dopo un volo di 15 metri e per il giovane non ci fu nulla da fare.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

BP CampagnaRelazione web