Follina, il vigneto di Ligonto non rispetta le prescrizioni della Soprintendenza: il sindaco sospende i lavori

Partiti i lavori per la realizzazione della pista pedonale nella zona “dell’incassero” tra Revine e Vittorio Veneto

Godega Sant'Urbano, auto a fuoco in autostrada A28: nessun ferito, cause in accertamento

Vittorio Veneto, Rinascita civica e Partecipare all'ex giunta Tonon: "Ritirate la querela contro Matteo Saracino"

Miane, strada dissestata per raggiungere malga Mont. Il sindaco: “Gestore invitato ad un confronto su tali problematiche”

Tovena, sul San Boldo la decima edizione di “Casere Aperte”, un itinerario alla scoperta dei paesaggi montani e delle loro tradizioni

Una cronometro sulle “Colline del Prosecco Patrimonio Unesco” potrebbe decidere il Giro d’Italia 2020

Sernaglia della Battaglia, il Card di via Cal Morta sarà videosorvegliato per combattere furti e vandalismi

Veneto, sanità: crollati i casi di "West Nile". Lanzarin: "Quest'anno solo 10 casi registrati, nel 2018 erano 105"

Conegliano, dal 1° settembre aumenta l'offerta ferroviaria per chi risiede nell'alta Marca trevigiana

Pieve di Soligo, due focolai di gastroenterite dopo la cena a base di sushi, isolato il virus. Interessati due distretti dell'Ulss 2

Vidor, nuove colonnine elettriche per la ricarica di auto e bici. Cordiali: "Necessario offrire questo nuovo servizio"

San Fior, stato di emergenza: il Comune chiama i cittadini a comunicare i danni subiti dagli eventi meteo di luglio

Conegliano, prospettive rosee per un autunno di teatro e forse cinema. Chies fiducioso in una soluzione

Non c'è cibo di Re più gustoso del pane (proverbio)

Pieve di Soligo, Alberto Bressan Pasteo dall'obesità alla maratona: "Se ce l'ho fatta io può farcela chiunque"

Treviso, allerta per i nuovi ingegnosi furti: una ragnatela di colla può dare il via libera ai malviventi

Tarzo, incidente sulla provinciale in via Brunella: tre auto coinvolte e traffico bloccato

Rimedi naturali contro le zanzare

Vittorio Veneto, chiesetta di San Rocco poco sicura, la messa celebrata all'esterno. Un centinaio di fedeli

Veneto, luce e gas: la crisi di governo evoca il fantasma dell'aumento dell'Iva, rischio bollette ancora più salate

Treviso, Marco Polo Project: ponte culturale tra oriente e occidente, promossa la cultura alla Mostra del cinema di Venezia

San Fior, al via anche il secondo stralcio, arriva il contributo per trasformare il municipio in edificio a impatto energetico "zero"

Colle Umberto, i Ragazzi del Branco e la solidarietà: dalla secolare sagra i fondi per il parco giochi dell'area verde

Il maltempo pregiudica il pienone ai foghi di Santa Augusta, ma la tradizione continua. Biz: "Accensione decisa all'ultimo"

Follina, nuovo vigneto sul Ligonto: “Per i nostri bambini, Gruppo Vallata” chiede il sequestro dell'area per precauzione

Treviso, in aumento le iscrizioni per diventare sommelier: più 5 per cento nei primi sei mesi dell'anno

Il packaging italiano corteggia Messico e Thailandia

Veneto, la Giunta Regionale ha varato con due mesi di anticipo la manovra di bilancio 2020-2022 che vale 16 miliardi di euro

Vittorio Veneto, tenta di rubare il fondo cassa del bar all'apertura, giovane denunciato a piede libero

È stata una piazza Marconi vestita con l’abito delle grandi occasioni quella che nella mattinata di ieri, sabato 16 giugno 2018, ha abbracciato la carovana del Giro d’Italia giovani, la corsa ciclistica riservata agli under 23 che per la 41esima edizione ha scelto l’Alta Marca trevigiana quale cornice per il suo gran finale.

Un epilogo suddiviso in due parti distinte: la prima semitappa di 72,8 chilometri da Conegliano a Valdobbiadene e la cronometro di 22,4 chilometri sul Muro di Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto.


Doveva essere quasi una passerella quella tra le colline del Conegliano Valdobbiadene, rivelatasi invece più complessa del previsto con la caduta della maglia rosa in carica, il colombiano Alejandro Osorio Carvajal (Nazionale Colombia) a circa 5 km dall’arrivo, incalzato in testa alla classifica generale dal russo Aleksandr Vlasov (Nazionale Russia).

“E’ stata una tappa molto nervosa - ha spiegato Vlasov dopo il traguardo - siamo andati molto forte, soprattutto sulla salita finale, poi ho sbagliato la discesa ma sono rientrato grazie all’aiuto dei miei compagni di squadra. Non sapevo che nella caduta fosse rimasta coinvolta la maglia rosa”.

A regolare il gruppo in volata, quindi, sul traguardo di piazza Marconi, il corridore padovano Alberto Dainese (Zalf Euromobil Désirée Fior).

"Vincere qui oggi è stato incredibile – ha detto Dainese dopo le premiazioni – perché il Giro, il mio primo Giro, è stata un’esperienza fantastica. Il percorso era adatto a me, la caduta non mi ha coinvolto e agli ultimi 300 metri ho messo la freccia, sono partito ed è andata bene”.

Soddisfatto della prova del corridore padovano anche il commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani, mente del rilancio del Giro d’Italia giovani.

“La caduta ai meno 5 dal traguardo – ha sottolineato Cassani - ha rimescolato le carte e purtroppo penalizzato la maglia rosa Osorio. Nota positiva la vittoria di Dainese, giovane velocista italiano che ha dimostrato di essere veramente bravo. Al termine di un Giro così impegnativo è riuscito a mantenere una condizione che gli ha permesso di vincere una tappa che si è rivelata difficile”.

Presenti all’arrivo in piazza Marconi anche il sindaco del Comune di Valdobbiadene, Luciano Fregonese, soddisfatto per come il paese ha saputo accogliere l’evento, e l’assessore allo sport Tommaso Razzolini a rappresentare da consigliere la Provincia di Treviso.

Con loro l’assessore del Comune di Conegliano, Floriano Zambon, una presenza che ha testimoniato la vicinanza della città di partenza in un territorio che ben si presta a questi grandi appuntamenti sportivi.


(Fonte: Gianluca Renosto © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

beninformati title