Refrontolo, Fiorina Della Libera compie 102 anni: "Sono nata in una casa occupata dai tedeschi"

Un compleanno speciale quello per la refrontolese Fiorina Della Libera, originaria di Vittorio Veneto, giunta, ormai, alla veneranda età di 102 anni in questo inizio 2020.

Anni che passano ma che non hanno spento il sorriso radioso della signora Fiorina, ancora con i pensieri sereni e limpidi di chi è profondamente in pace con se stessa e soprattutto con la propria storia.

Uno straordinario traguardo festeggiato assieme al sindaco di Refrontolo Mauro Canal e al presidente del Gruppo alpini Ferdinando De Martin, che le hanno fatto visita all'istituto Casa Fenzi di Conegliano, dove la donna è temporaneamente ricoverata per la riabilitazione da una frattura.

Pensieri che dopo più di un secolo sono rivolti ancora ai genitori e alla storia della sua nascita che spesso le hanno raccontato. “Sono nata in una casa occupata dai tedeschi - ha raccontato Fiorina Della Libera -. Gli occupanti erano soliti la sera ritirarsi nelle stanze da letto per lasciare ai miei famigliari dei ricoveri di fortuna ma, con la moglie prossima al parto, mio padre chiese ai militari se non fosse il caso di riservarle una stanza, cosa che avvenne. Diversamente, sarei nata come Gesù, nella stalla”.

Nonostante il passato che affiora tra i ricordi, la brillante ultracentenaria ha dimostrato un forte attaccamento anche al suo presente, vissuto con vigore e mai in maniera passiva: in fondo Fiorina Della Libera ha ancora numerose attività a cui badare, come ad esempio la realizzazione di un ricamo destinato all’associazione Due cuori per la vita di Refrontolo, realtà con cui collabora da volontaria.

Fiorina Della Libera, quindi, è una testimonianza non soltanto del vissuto del territorio locale, ma anche di quanto sia possibile guardare alla vita con grinta ed entusiasmo anche a 102 anni.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Refrontolo).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport