E’ una storia che ha dell’incredibile e proprio per questo va raccontata. Si tratta di un viaggio ai confini del mondo che ha per protagonisti una mamma, un papà e due splendide figlie.

Si tratta dei revinesi Sebastien Bellet Grava 36 anni, guida nazionale di mountain bike, Alberta Spinazzè 31 anni laureata in cooperazione alla sviluppo e le loro due figlie Angela e Anna rispettivamente di 10 e 8 anni, nome in codice “Happy Family”.

Qdpnews.it ha incontrato la “Happy family” nella sua casa di Revine, dalla quale si gode un panorama mozzafiato sulla Vallata. Tra un sorso di mate bevuto secondo la tradizione, biscottini all’anice, zucchero di canna, banane e altri frutti tutti rigorosamente biologici, si è creato un clima magico, ideale per farsi raccontare questo incredibile viaggio. Dopo mezz’ora ci si sente già parte della famiglia, conquistati dalla gentilezza di Alberta e Sebastien e dalla gioiosa spensieratezza di Angela e Anna.

Dal loro racconto sembrava di vederli quando nel gennaio del 2016, armati di biciclette, borsoni e cartine del sud America, partendo da Ushuaia nella punta più a sud della fredda Terra del Fuoco, hanno risalito l’Argentina, il Cile, la Bolivia, il Perù, l’Ecuador e la Colombia, attraversando per ben 13 volte la Cordigliera delle Ande, fino ad arrivare a Bogotà. Oltre 20 mila chilometri percorsi, di cui ben 15.500 pedalati, per portare avanti un progetto innovativo a cui hanno dato il nome di “BIOcycling America”.



Questo progetto è nato dall’idea di andare alla ricerca di storie nascoste di contadini, di realtà di agricoltura biologica e di commercio equo e solidale, allo scopo di condividerle. I Bellet Grava sono riusciti a “scovare” chi quotidianamente spende le proprie energie per la conservazione della biodiversità. Nel lungo viaggio durato 2 anni e 9 mesi la “Happy family” di situazioni fisiche, psicologiche ed ambientali difficili ne ha dovute superare tante. Angela e Anna hanno ricevuto un’educazione parentale “on the road”, attraverso libri scaricati dal computer e programmi scolastici seguiti con lezioni tecniche tenute da mamma e papà.

Ma il valore aggiunto è l’esperienza che Angela e Anna hanno potuto fare, avendo toccato con mano gli ecosistemi, le tradizioni e la cultura dei paesi attraversati. Il potersi relazionare quotidianamente con i coetanei del sud America, ha permesso loro di imparare senza fatica e divertendosi lo spagnolo.

I Bellet Grava si fermeranno a Revine per pochi mesi, giusto il tempo di salutare parenti ed amici e di portare la loro esperienza a più persone possibile. Dopo il passaggio televisivo su Rai 3 ospiti del programma “Alle Falde del Kilimangiaro”, racconteranno la loro esperienza in due incontri pubblici a Revine Lago il prossimo 1 dicembre e a Monastier il 12 dicembre.

Lo scopo è anche quello di raccogliere fondi, visto che a gennaio la Happy family riprenderà il viaggio da Bogotà. Altri due anni di pedalate, altri 10 mila chilometri attraverso dieci paesi, fino a raggiungere la California negli Stati Uniti, per continuare a seminare valori e costruire ponti fra le culture e le realtà che andranno a conoscere.

E’ ormai sera quando salutiamo i Bellet Grava, conquistati dalla loro incredibile storia, tra un passato da raccontare e un futuro ancora da scrivere. Chi volesse seguirli, appoggiarli e sostenerli, viaggiando virtualmente con loro, li può trovare sui social all’indirizzo “Happy Family BIOcycling”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it