"L'impresa simulata", parte la collaborazione tra il Comune di Revine e l'istituto "Marco Casagrande"

Un interessante progetto è nato dalla collaborazione tra il Comune di Revine Lago e L'istituto "Marco Casagrande" di Pieve di Soligo. “Impresa simulata” questo il nome dell’iniziativa figlia delle opportunità offerte dall'alternanza scuola - lavoro .

La collaborazione che ha dato vita al progetto, prende vita dall’intenzione dell’amministrazione comunale di Revine Lago di dare uno sviluppo ad un’area di interesse pubblico e di coinvolgere nell’iniziativa i ragazzi dell'Isiss "Marco Casagrande" di Pieve di Soligo. Così ieri gli studenti della classe quarta Cat (Dipartimento Tecnico - Costruzione Ambiente e Territorio), ex geometri per intenderci, hanno compiuto un’intera giornata di rilievi e studi all’aperto.

L’area da sviluppare è situata nel Parco dei Laghi della Vallata in prossimità del Parco archeologico didattico del Livelet a Lago in via Carpené. Naturalmente i ragazzi erano accompagnati dagli insegnanti che li hanno assistiti e supportati nella loro “esperienza sul campo”.

Il sindaco Massimo Magagnin non nasconde il suo compiacimento “Sono soddisfatto ed orgoglioso di questa iniziativa resa possibile dal progetto alternanza scuola - lavoro, che a mio parere ha una duplice positività: da un lato gli studenti hanno la possibilità di calarsi a tutti gli effetti nel lato pratico del loro percorso di studi che mi auguro un giorno diventi la loro professione, dall'altro c’è la possibilità per l'ente locale di avere uno studio concreto dal quale partire per la realizzazione di un'eventuale opera pubblica, nel caso specifico creare un'area festeggiamenti nel Comune con una struttura fissa da destinare a tutte le associazioni per svolgere le loro iniziative” .

Magagnin poi conclude “Ringrazio, innanzitutto gli studenti ed i loro insegnanti e il dirigente scolastico dell'Isiss "Marco Casagrande" Paolo Rigo per aver accolto la nostra richiesta, ringraziamento che estendo ai miei consiglieri Fava Fabrizio e Bernardi Agostino che sono stati i referenti di questa iniziativa e l'associazione ‘Amighi del Fasol de Lago’ che con i suoi volontari ha offerto il rancio che i ragazzi hanno consumato nella struttura dell’associazione adiacente all'area soggetta allo studio”

Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Revine Lago).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport