Raddoppio dei limiti del welfare aziendale

● La bozza di decreto Aiuti bis, approvato in Consiglio dei ministri, prevede il raddoppio dell’esenzione annua per i fringe benefit assegnati ai dipendenti. In pratica, l’esenzione sarà pari a 516,46 euro e includerà, per la prima volta, le somme attribuite per il pagamento delle utenze domestiche sostenute dai lavoratori.

● Dal lato del datore di lavoro il costo sostenuto per l’assegnazione di tali somme è integralmente deducibile dal reddito, nonostante dovrebbe essere necessario acquisire e conservare idonea documentazione che attesti che le somme erogate o rimborsate siano state impiegate per lo scopo prefissato.

Autore: Sistema Ratio Centro Studi Castelli

Total
1
Shares
Articoli correlati