I giovani del Consiglio comunale dei ragazzi di San Fior raccontano con un libro il loro lockdown



Un libro per raccontare come i giovani di San Fior hanno vissuto l’esperienza del lockdown: questo il progetto del Consiglio comunale dei ragazzi (Ccr) di San Fior che si è presentato alla comunità sanfiorese in occasione della Festa delle Associazioni di domenica 27 settembre.

A svelare questa interessante iniziativa il sindaco del Ccr, Jessica Casagrande, felice di promuovere il suo gruppo che sta lavorando a diverse attività.

“Abbiamo scritto un libro per raccontare come abbiamo vissuto l’esperienza del lockdown - ha affermato - e abbiamo descritto i vari ambiti come le videolezioni e le relazioni a distanza con gli amici e i parenti. Il libro non è ancora stato stampato perché ci attende l’ultima revisione”.

Un progetto che è stato accolto positivamente in paese dove la gente non vede l’ora di leggere i racconti dei ragazzi di San Fior che, come tutti i loro coetanei delle varie Regioni italiane, hanno cercato di tenersi impegnati durante i mesi di isolamento forzato nelle proprie abitazioni, senza poter vivere quelle relazioni “in presenza” fondamentali per il loro equilibrio psicofisico e per una crescita corretta.

“I cambiamenti dei comportamenti, delle emozioni e dei rapporti interpersonali causati dall’allontanamento fisico dai propri amici e, dall’altra parte, dall’avvicinamento alla famiglia, hanno stimolato nei giovani del Consiglio comunale dei ragazzi (Ccr) la voglia di testimoniare gli effetti della pandemia - spiega Erika Brescacin, vicesindaco - La raccolta di tematiche attuali dimostra che il Ccr è un reale strumento educativo che investe sulle competenze dei giovani, sulla loro capacità di progettazione e di cambiamento”.

“Sono soddisfatta di loro perché hanno mantenuto i rapporti durante il lockdown e orgogliosa perché hanno dimostrato di lavorare in gruppo continuando ad esprimere le proprie idee, le esigenze e i desideri, mediando al meglio le conflittualità" - continua - "Un esempio che tutti noi adulti dovremmo seguire: i giovani attraverso questo libro ci ricordano che la nostra società potrà crescere grazie ad un confronto propositivo che permetta di arrivare a soluzioni che soddisfino le esigenze della collettività e non del singolo”.

“Ringrazio tutti loro - conclude il vicesindaco Brescacin - e mi auguro che Jessica Casagrande, sindaco del Ccr, possa continuare a raccogliere le esigenze dei consiglieri e di tutti i ragazzi della scuola secondaria Barozzi e trasmetterleall’amministrazione comunale di San Fior. Non mi resta che aspettare l’uscita del libro e mi auguro che tutti i cittadini possano leggerlo”.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e Video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport