Quattro "pantere" pizzicate al parco mentre prendevano il sole: rispedite all'Imoco Village di Bagnolo

Quattro pantere “pizzicate” dalla Polizia mentre prendono il sole al parco: redarguite e rispedite immediatamente all'Imoco Village di Bagnolo in ossequio alle norme che vietano gli assembramenti di persone per combattere i contagi da coronavirus.

L'episodio è stato raccontato dalla schiacciatrice statunitense dell'Imoco Kimberly Hill alla testata americana della sua città natale, il “Portland Tribune”. Al cronista che le chiedeva come stesse vivendo questo periodo di forzata inattività agonistica, Hill ha evidenziato la rigorosità dei provvedimenti presi dal Governo italiano: “Non siamo in grado di fare molte cose - ha detto “Kim” alla testata del suo Paese - l'intera squadra vive nello stesso complesso abitativo e siamo autorizzate solo ad andare ad allenarci, ad andare a fare la spesa e a tornare a casa. Nelle nostre automobili teniamo le autocertificazioni da mostrare alle forze dell'ordine nel caso in cui ci chiedano dove stiamo andando e perché”.

Un giorno, Hill e tre compagne di squadra sono uscite dall'appartamento e sono andate in un vicino parco per godersi un po' di sole. “Qualcuno però ci ha viste e ha chiamato la Polizia, che è arrivata e ha controllato i nostri documenti, rivolgendosi a noi con severità. Andare al parco non è assolutamente permesso in questi giorni in Italia” la sintesi di quanto dichiarato da Hill al Portland Tribune.

La fuoriclasse dell'Imoco, come tutte le altre giocatrici di serie A, non sa quando riprenderanno le competizioni, ma coltiva speranze soprattutto per la Champions League, di cui l'Imoco è la prima semifinalista: “Continuiamo a sperare nella Champions, che potremmo giocare nella seconda metà di maggio. Ho una piccola speranza che ciò accada, vedremo cosa succederà”.

Hill parla così della sua scelta, in controcorrente rispetto a molte connazionali, di rimanere in Italia durante la pandemia da coronavirus: “Ho una casa a Long Beach, in California, ma se ci andassi sarei da sola. Qui invece trascorro il tempo con amiche e compagne di squadra e sto bene”.

 

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport