San Pietro di Feletto, vandali agli impianti sportivi di Bagnolo. Il sindaco: "Da parte nostra tolleranza zero"

Sporcizia e sacchetti dell'immondizia, lattine vuote e carta igienica dappertutto: è questo lo scenario degradante che alcuni dipendenti comunali hanno trovato nella mattinata di ieri, venerdì 6 agosto, nei bagni aperti al pubblico degli impianti sportivi di Bagnolo, frazione del Comune di San Pietro di Feletto.

Gli operai erano giunti sul posto per iniziare il lavoro di pulizia e di sfalcio dell'erba, quando si sono accorti di quanto avvenuto e hanno immediatamente segnalato il fatto a chi di competenza.

Ma non è tutto: facendo uso di un estintore, questi anonimi vandali hanno tentato di entrare, senza successo negli spazi degli spogliatoi.

a6be78f8 0dc7 4fbe a677 71e3a7af6acc copy

Il risultato? Da un prima esame i danni ammontano a circa 3 mila euro, e riguardano una finestra e tre porte rotte, oltre al danneggiamento di una tubazione dei bagni, questi ultimi intasati.

Purtroppo non si tratta del primo episodio di vandalismo avvenuto nella stessa area: una cosa simile, e sempre a danno dei bagni aperti al pubblico, era accaduta nel settembre del 2018, quando i danni provocati, per un totale complessivo di 5 mila euro, avevano richiesto un maggior controllo della zona e una denuncia ai Carabinieri.

Oggi, a due anni di distanza, lo stesso episodio ha creato indignazione, a partire dal sindaco Maria Assunta Rizzo.

"Abbiamo denunciato l'episodio ai Carabinieri e ci sarà tolleranza zero. - ha dichiarato il primo cittadino - Quando avremo identificato i responsabili, li manderemo per un bel po' di tempo a pulire l'area, perché non è ammissibile che, a causa di alcuni, ci vadano di mezzo chi frequenta regolarmente la zona, dimostrando un comportamento esemplare".

932f1166 1111 451b b6ef 7e9be72ce377

Come ha riferito il sindaco, l'area è dotata di due telecamere di videosorveglianza, una rivolta verso il campo sportivo e l'altra in direzione del Card.

Di conseguenza, le telecamere potrebbero rivelarsi potenzialmente utili per l'identificazione dei responsabili, i quali pare abbiano voluto lasciare una sorta di firma sulla parete dei bagni: "M.D.C.".

"Credo che gli autori del fatto abbiano approfittato dell'assenza dell'associazione calcistica, ora in pausa per le vacanze. - ha ipotizzato Maria Assunta Rizzo - Penso si tratti di persone che si spostano da un luogo all'altro: metteremo più controlli".


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di San Pietro di Feletto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport