Da San Pietro di Feletto a Genova: anche l'azienda Grigliati Baldassar per la ricostruzione del ponte Morandi

Il passo da San Pietro di Feletto a Genova è stato corto per la famiglia Baldassar, titolare dell'azienda Grigliati Baldassar, che ha partecipato alla fase di ricostruzione del ponte Morandi, ribattezzato ponte San Giorgio con l'inaugurazione dello scorso 3 agosto.

Ricostruzione avvenuta grazie al progetto dell'architetto Renzo Piano, che ha visto le prove di carico dal 19 al 25 luglio, seguite dalla verifica di conformità da parte del Ministero dei Trasporti e da Autostrade per l'Italia.

La storia dei Grigliati Baldassar nasce negli anni Ottanta quando i fratelli Giorgio e Angelo, specializzati nella produzione di componenti per l'edilizia, decidono di iniziare la propria avventura imprenditoriale, inaugurando il primo impianto produttivo di grigliato elettrofuso.

Da lì la storia aziendale non si è mai arrestata, portando la famiglia felettana alla creazione di tre stabilimenti situati a Santa Lucia di Piave, per un totale di 50 mila metri quadrati, di cui 20 mila al coperto, dove sono impiegate 60 persone dal settore della progettazione fino alla ricerca e sviluppo.

Ponte Morandi

Ricerca e sperimentazione che hanno portato l'azienda, circa una decina di anni fa, anche nel settore delle recinzioni e dei cancelli, oltre alla tradizionale personalizzazione del grigliato, dalla bordatura alla sagomatura.

La chiamata per essere presenti alla ricostruzione del ponte Morandi, crollato il 14 agosto 2018 con 43 vittime, è giunta all'impresa lo scorso agosto 2019, come ha spiegato l'azienda, direttamente da Fincantieri, per un impegno totale di otto mesi.

"Il lavoro è riuscito a proseguire nonostante il Covid-19, - fanno sapere dall'azienda stessa - dato che il ponte era una delle opere che aveva l'autorizzazione per il prosieguo dei lavori e noi, a nostra volta, abbiamo avuto l'opportunità di continuare a rifornire il materiale. Abbiamo procurato le griglie per le passerelle adibite alla manutenzione del ponte: un totale di 5.400 pannelli in grigliato elettrofuso realizzati su misura specifica, per un totale di 4.268 metri quadrati".

Un'opportunità che sicuramente non si presenta tutti i giorni, dove è necessario sapersi distinguere, e che la stessa Grigliati Baldassar ha così commentato pubblicamente: "Con soddisfazione ci sentiamo parte di questo modello virtuoso di valorizzazione e unione del settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni, incarnazione di un'Italia che dimostra già oggi il cambiamento di unione e speranza che vogliamo per il futuro".

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Ansa - Grigliati Baldassar).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport