San Pietro di Feletto, sospeso lo sportello informativo per le imprese. Mandia: "Un ristoro sarebbe stato più concreto"

Sospeso fino a data da destinarsi: è dello scorso 27 ottobre il messaggio pubblicato dal Comune di San Pietro di Feletto sul proprio sito istituzionale, dove viene specificato come lo sportello rivolto alle imprese sia sospeso "fino a data da destinarsi", mentre la sua riapertura sarà segnalata con un avviso successivo.

Lo sportello, tenuto dall'esperta di finanza agevolata Maria Cristina Fasolo, si poneva l'obiettivo di fornire alle imprese del felettano tutte le informazioni necessarie in materia di bandi e contributi, sia regionale che europei.

Un'iniziativa inaugurata agli inizi di ottobre a che avrebbe dovuto proseguire anche in due date previste per il mese di novembre (vedi articolo).

Un'offerta alle imprese che aveva fatto storcere il naso all'opposizione, in particolare al suo capogruppo Cristina Mandia che, in diverse sedute consiliari, aveva indicato la messa a disposizione di un contributo una tantum quale soluzione più idonea, e a suo dire più concreta, in questa situazione di forte precarietà economica.

E proprio Cristina Mandia, a fronte dell'annuncio della chiusura dello sportello, è ripartita all'attacco sull'argomento: "Trovo che sia l'ennesima dimostrazione che un ristoro, seppur minimo, sarebbe stato sicuramente più concreto e di impatto immediato, oltre a essere un segnale positivo di vicinanza da parte dell'amministrazione, dato il corposo avanzo".

"Il ristoro da noi proposto, come gruppo consiliare, - ha proseguito Mandia - è stato definito solo una facciata dal sindaco ma, probabilmente, anche il suo sportello, a questo punto, lo sta diventando".

"Abbiamo visto il Governo, e lo vediamo tutti i giorni, - ha aggiunto - cosa ha stanziato per i settori costretti alle chiusure. Non credo che lo sportello di San Pietro di Feletto faccia miracoli, come la moltiplicazione dei pani e dei pesci".

"L'accesso a eventuali fondi richiede, certamente, dei requisiti particolari - ha osservato il capogruppo - e dettagliati nonchè, in alcuni casi, progetti strutturati che, comunque, non ristorano sicuramente il minor fatturato totale raggiunto".

"'Pochi, maledetti e subito': questo famoso detto popolare calza a pennello - ha concluso Cristina Mandia - Meglio un pronto incasso, seppur modesto, che l'incerta speranza di più lauti guadagni di là da venire".

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport