San Pietro di Feletto, cordoglio per Antonio Antoniazzi, investito ieri in via Lourdes. Il sindaco: "Una brava persona"

C'è ancora stupore e dolore per quanto avvenuto nella serata di ieri, mercoledì 6 gennaio, in via Lourdes a Conegliano: Antonio Antoniazzi, operaio 56enne, è stato travolto da un'auto, perdendo la vita (vedi articolo).

Antonio Antoniazzi abitava in via Giacomo Dina, nella frazione di Bagnolo del Comune di San Pietro di Feletto.

Era una persona molto conosciuta nel felettano, e non solo, e lo stesso sindaco Maria Assunta Rizzo l'ha ricordato: "Lo conoscevo da una vita e, dopo la morte della mamma, abitava da solo, mentre il fratello si era trasferito in località Casotto e la sorella risiede a Paré di Conegliano".

"Sono rimasta davvero colpita ieri sera, dopo essere stata avvertita dalla Polizia di quanto accaduto - ha proseguito il primo cittadino - Mi dispiace moltissimo, perché era davvero una brava persona ed era molto conosciuto".

In passato Antonio Antoniazzi aveva lavorato anche per il Comune di San Pietro di Feletto, mettendosi a disposizione per svolgere dei lavori socialmente utili.

Chi lo conosceva, ricorda che era disponibile da sempre anche per aiutare i vicini in qualche lavoretto.

Purtroppo non è la prima volta che via Lourdes diventa teatro di un incidente stradale mortale: risale al 4 novembre 2017, infatti, la morte di Francesco Vazzoleretto, all'epoca 63enne, che stava percorrendo la strada in pieno giorno a bordo della sua bicicletta e in compagnia della figlia (vedi articolo).

Era un sabato mattina dove una spensierata corsa in bicicletta si è invece tramutata in tragedia: l'uomo, a causa dell'apertura improvvisa della portiera di un'auto lì parcheggiata, è caduto a terra. Anche in quel caso si erano rivelati inutili i soccorsi e Francesco Vazzoleretto aveva perso la vita.

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport