San Vendemiano, la chef 81enne Claudia Mazzer riceve i complimenti di Alessandro Borghese: “Nella vita non si finisce mai di imparare”

“Da una parte uno dei più grandi chef italiani che ha saputo sbalordire i clienti con i propri piatti, mentre dall’altra Alessandro Borghese”: con questo simpatico post, abbinato alla foto del famoso chef e personaggio televisivo Alessandro Borghese con Claudia Mazzer, chef 81enne del ristorante B&B “Da John”, in via Cadore a San Vendemiano, i titolari del locale hanno voluto esprimere la loro gioia per un incontro davvero speciale.

L’occasione in cui è stata scattata la foto in questione è stata la laurea di uno dei nipoti di Claudia Mazzer a Milano. La signora porta avanti la sua passione tra i fornelli da ben 62 anni, continuando a lavorare nel ristorante che prende il nome di suo marito John, scomparso qualche anno fa.

John, Giovanni Dal Pos, era chiamato “l’americano” perché aveva vissuto in Venezuela per un periodo della sua vita. Aveva 15 anni quando è partito per il Sud America, iniziando a lavorare nei ristoranti. Quando è rientrato a Conegliano, a poco meno di 30 anni, ha deciso di investire tutti i suoi risparmi per realizzare il suo sogno: essere proprietario di un ristorante tutto suo.

Questo desiderio si è materializzato quindi a San Vendemiano grazie alle fatiche di un emigrante e di sua moglie Claudia che hanno portato avanti un ristorante che ora, dopo oltre 50 anni di storia, è gestito dai figli Ivano e Fabio.

“Non ci potevamo credere - ha raccontato Niko Dal Pos, nipote 28enne della signora Claudia Mazzer - Eravamo a Milano per la laurea di mio fratello e abbiamo deciso di andare a mangiare nel ristorante del famoso chef e personaggio televisivo Alessandro Borghese. Nel suo locale, “Alessandro Borghese - Il lusso della semplicità”, non è sempre facile incontrarlo ma, durante i festeggiamenti di mio fratello, Borghese ha deciso di venire a complimentarsi per la laurea e ha conosciuto mia nonna”.

“Parlando con lei - ha concluso Niko Dal Pos - ha scoperto che erano “colleghi” e, nonostante mia nonna gli abbia detto che lui è bravissimo, le ha risposto che nella vita non si finisce mai di imparare e che era brava a cucinare ancora nel ristorante della nostra famiglia. Devo dire che è stato un bellissimo incontro: abbiamo apprezzato tanto l’umanità dello chef Borghese”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione del ristorante “Da John”).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.