San Vendemiano, a tu per tu con i ladri nascosti dentro la siepe: le famiglie derubate chiedono più controlli

In pieno centro a San Vendemiano si sono verificati diversi furti in alcuni appartamenti e ora la gente ha paura e chiede che l'area sia monitorata costantemente dalle forze dell'ordine.

A spaventare ancor di più le famiglie, che hanno trovato le loro case svaligiate dai ladri, il fatto che alcune persone avrebbero visto in faccia uno degli autori dei furti che, mentre il “collega” stava cercando di entrare in un condominio, si trovava nascosto in una siepe per fare da palo.

Secondo il racconto di una donna, una giovane madre di due figli residente proprio nel centro di San Vendemiano, gli autori dei furti sarebbero 4 uomini, con accento dell'Est Europa, che si muovevano a bordo di un'Audi A5 berlina che, in seguito, si è scoperto fosse stata rubata.

“Intorno alle ore 4 di venerdì 11 ottobre - ha spiegato la donna - i malviventi sono entrati in casa mia mentre la mia famiglia stava dormendo. Al risveglio, il mio compagno non ha trovato il suo marsupio nel quale teneva il portafoglio con i soldi. Dopo essere andato in macchina, pensando di averlo dimenticato lì, ha trovato nel giardino del nostro condominio la mia borsa e il suo marsupio gettati a terra, ovviamente senza più alcuna traccia del denaro contenuto negli stessi”.

Abbiamo trovato un foro di circa un centimetro nella finestra della cucina - ha proseguito la donna fornendo molti dettagli - e abbiamo capito come sono riusciti ad entrare nella nostra abitazione, probabilmente anche nelle stanze dei nostri figli minori. Appena possibile siamo andati alla caserma dei Carabinieri di Conegliano per denunciare il fatto. Lì abbiamo trovato altre persone che erano state derubate come noi nella stessa notte. Anche la mia banca mi ha confermato che altre persone avevano subito dei furti”.

“La cosa più preoccupante - ha aggiunto la signora - è ciò che è avvenuto sabato sera, il giorno dopo. Insieme ad alcuni vicini di casa siamo andati a fare un aperitivo e quando il mio compagno è uscito in giardino, ha trovato un uomo nascosto dentro una siepe e, alla sua domanda sul motivo per cui si trovasse lì, l'individuo gli ha risposto che stava facendo i suoi bisogni. A quel punto un'altra persona è uscita dalla siepe ed è scappata scavalcando il cancello”.

“Il mio vicino - conclude la signora - ha poi scoperto che i ladri, forse proprio quelli che giravano con i due uomini che facevano da palo nascosti dentro la siepe, erano entrati in casa sua. Io ho due bambini e ho paura. Come mi hanno consigliato i Carabinieri, non dobbiamo dare nulla per scontato e dobbiamo segnalare qualsiasi cosa alle autorità competenti. In ogni caso chiedo più controlli nel mio paese”.

Ormai i furti, infatti, non si contano più: in questi giorni sono arrivate segnalazioni da San Vendemiano, San Fior e anche da Godega di Sant'Urbano.

Probabilmente i ladri hanno pensato che, tornando negli stessi posti, nessuno si sarebbe mai aspettato di subire un secondo furto nel giro di pochi giorni.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: web).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.