The Italian Batman dai fratellini della piccola Azzurra: “I supereroi esistono e anche gli angioletti come lei”

I supereroi esistono e anche gli angeli: ne è sicuro il 54enne Massimo Benetta, in arte The Italian Batman, che ieri, domenica 31 maggio 2020, si è recato a San Vendemiano per spiegare ai fratellini della piccola Azzurra, scomparsa a 5 mesi lo scorso mese di febbraio (qui l'articolo), che la loro sorellina è diventata un angioletto e che i supereroi dai grandi poteri non si vedono solo nei film.

Una storia che scalda il cuore e che arriva dopo tanti mesi di notizie tristi con le televisioni e i giornali che hanno parlato soprattutto di Coronavirus e di altri eroi, medici, infermieri e personale sanitario impegnati nelle corsie dei nostri ospedali.

Benetta, che vive a Zero Branco, è un imprenditore nel settore della meccanica che un giorno ha capito che non si vive solo di lavoro ma che, se uno ha la possibilità di farlo, è giusto dare un contributo alla società impegnandosi nella solidarietà.

Tempo fa ha deciso di andare a Monza per assistere a un evento di 6Rds (Sei Ruote di Speranza) con 1500 bambini disabili, scegliendo di recarsi all’Autodromo della città con la sua Lamborghini vestito da Batman.

28bc9983 348c 460b 94a6 81d5d4b5e9b6

Con sua grande sorpresa, invece di far salire sulla sua “batmobile” i bambini per un giro nell’Autodromo, ai piccoli è bastato fare delle foto con il loro supereroe preferito che per otto ore è rimasto a loro disposizione.

“Ho capito che poteva essere una missione - spiega Massimo Benetta - e un po’ alla volta mi sono organizzato anche grazie all’agenzia Venetia Communication che mi ha aiutato a farmi conoscere. I giornali e i media in generale hanno iniziato a parlare di me e la mia storia è finita in Russia, Francia e, naturalmente, nelle varie Regioni italiane”.

Sono andato in feste private a far divertire i bambini più sfortunati - prosegue -, negli ospedali per regalare qualche momento di gioia ai piccoli pazienti malati di tumore, nei pronto soccorso e nelle strutture per anziani. Ieri sono andato a San Vendemiano dai fratellini di Azzurra, un piccolo angelo scomparso nel sonno qualche mese fa”.

“Il mio obiettivo - conclude - è stato quello di spiegare ai fratellini di Azzurra che esistono i supereroi ma anche gli angeli come la loro sorellina. È stata una grande emozione e con quello che faccio voglio stimolare le persone a fare lo stesso. La solidarietà si può fare sempre e non solo a Natale o nei periodi dove “tutti sono più buoni”. Per esempio, spostandomi vestito da Batman con la mia “batmobile”, voglio spingere la gente a venire a un evento per disabili in piena estate, per creare un po’ di vita anche in contesti dove solitamente si fa fatica ad andare”.

È possibile seguire “The Italian Batman” nei vari social (Facebook, Instagram e TikTok) ma il supereroe trevigiano si muove spesso anche in compagnia di Wonder Woman per missioni ancora più difficili che richiedono sforzi maggiori e un cuore ancora più grande.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Massimo Benetta).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport