San Vendemiano, Somec spa dona 25 i-pad per il progetto “Tablet in classe”. Il Comune punta a 300 unità per le scuole

La ditta Somec spa di San Vendemiano ha aderito al progetto “Tablet in classe”, promosso dall'amministrazione che punta a mettere a disposizione in totale 300 tablet all'istituto comprensivo del Comune.

Sono 25 gli i-pad che la ditta ha acquistato, tutti compresi di accessori, per destinarli a donazione liberale a favore dell'amministrazione, sostenendo un costo totale di 14.335 euro.

Gli strumenti informatici verranno messi a disposizione in comodato d'uso gratuito alla scuola comunale, nell'ambito di un progetto che prevede l'adozione di forme innovative di didattica attraverso l'uso di strumenti informatici individuali.

L'obiettivo del progetto “Tablet in classe” è quello di fornire ad ogni studente e docente di prima media uno di questi strumenti informatici, per favorire un'idea innovativa di didattica che, nell'anno del Covid-19, ha subito una grande spinta in avanti.

Il numero di unità a cui punta attualmente l'amministrazione è di 300, il cui acquisto verrà coperto in parte con i fondi ministeriali stanziati per la didattica a distanza, in parte con fondi comunali e in parte con donazioni di privati.

Il progetto in questione non è il primo passo di San Vendemiano nella direzione di una didattica digitalizzata, al passo con le sfide dei tempi e con un occhio di riguardo per l'inclusività: già in piena emergenza epidemica l'istituto comprensivo aveva messo a disposizione delle famiglie dei tablet, per permettere a tutti gli studenti l'accesso alla didattica a distanza in un periodo in cui quella in presenza era stata sospesa (qui l'articolo).


(Fonte: Fabio Zanchetta © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport