San Vendemiano, nasce Convivium: il centro estivo dove imparare sicurezza e prevenzione ai tempi del Coronavirus

  • San Vendemiano
  • - 21 Giugno 2020

Il Comune di San Vendemiano ha avviato il progetto Convivium: un centro estivo pensato appositamente per la prima estate di convivenza con il Covid-19.

Il centro nasce per rispondere alle necessità delle famiglie con figli in età scolare, ma oltre che un luogo di spensieratezza e gioco per bambini e ragazzi vuole anche essere un importante momento di formazione per rendere consapevoli i più giovani dei comportamenti di prevenzione necessari nei tempi dell'epidemia del Coronavirus.

Il centro, aperto dal 29 giugno al 31 luglio, ospiterà un massimo di 126 iscritti tra i 3 e i 14 anni, che verranno suddivisi per fasce d'età e destinati a differenti attività studiate appositamente. I vari gruppi verranno distribuiti nei diversi istituti scolastici del Comune: la scuola primaria e quella secondaria di San Vendemiano, la scuola primaria di Fossamerlo e la scuola primaria di Zoppé.

Infine un ulteriore gruppo verrà destinato alla sala mostre della sede municipale.

Per rispettare le norme di sicurezza in vigore, ogni gruppo sarà proporzionato all'ampiezza dell'aula messa a disposizione e sarà seguito da un massimo di due educatori.

Ogni singolo gruppo verrà considerato unità epidemiologica in modo da limitare i contatti con gli altri gruppi e, nel caso di contagio, facilitare il monitoraggio e restringere le possibilità di diffusione.

La formazione dei ragazzi si svolgerà in settimane a tema: sicurezza, aria, terra, fuoco, acqua.

Ognuna sarà dedicata quindi a un argomento specifico nel quale si incroceranno norme di comportamento utili alla convivenza sociale con la conoscenza della natura e il rispetto del territorio.

A essere privilegiate saranno comunque attività all'aria aperta con l'intenzione di ricreare un rapporto tra i giovani e il mondo al di fuori delle mura domestiche, dopo il lungo periodo di lockdown.

Per questo motivo l'amministrazione metterà a disposizione anche gli impianti sportivi scolastici e comunali e le aree verdi adiacenti i luoghi dove verranno distribuiti i gruppi.


(Fonte: Fabio Zanchetta © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Dieci anni per “Stili di Vita”, iniziative online con “Il mondo in cucina” e “cotto&scatto: ricette dei popoli”

  • San Vendemiano
  • - 07 Giugno 2020

Nel 2020 il gruppo “Stili di Vita” di San Vendemiano, conosciuto per l’organizzazione della Festa dei Popoli, compie 10 anni.

Purtroppo, a causa dell’emergenza Coronavirus non è stato possibile organizzare la famosa Festa dei Popoli, una delle più importanti feste interculturali della Provincia di Treviso.

Queste limitazioni non hanno fermato le iniziative del gruppo “Stili di Vita” che da sempre si distingue per la grande vitalità, per la cura e per l’originalità delle proposte.

Lo zoccolo duro della squadra di San Vendemiano è l’attenzione per la cucina di vari angoli del mondo, grazie a una sperimentazione continua che, in passato, si è estrinsecata in eventi culinari, laboratori e serate a tema di grande qualità.

“Avremmo voluto festeggiare con una festa più grande e colorata del solito - spiegano i volontari in un intervento social - ma questo virus, che purtroppo è riuscito in altro modo ad accomunare quasi tutti i Paesi del mondo, ce lo ha impedito. Non vogliamo tuttavia lasciare trascorrere questo anniversario, per noi importante, in sordina, dunque abbiamo deciso di organizzare una serie di eventi online che ricorderanno tutte le attività realizzate dal gruppo in questi anni”.

A partire dallo scorso 30 maggio 2020, il giorno in cui avrebbe dovuto aver luogo la Festa dei Popoli, ogni giorno sono state pubblicate nella pagina Facebook del “Gruppo Festa dei Popoli San Vendemiano” e nel sito internet personale foto, video, riflessioni o contest a cui partecipare.

Per non perdere le buone abitudini, inoltre, sono stati proposti alcuni tutorial di cucina etnica in diretta.

Questo il calendario delle serate di cucina online per l’iniziativa “Il mondo in cucina”: 9 giugno Brasile, 11 giugno Sudafrica, 15 giugno Ucraina e 17 giugno Sardegna.

L’appuntamento è sempre alle ore 20:30 e per partecipare alle serate è necessario collegarsi su Zoom (https://zoom.us/j/8329741485).

“Ricordati di preparare i piatti che verranno proposti dai nostri cuochi - aggiungono i volontari - scatta la foto e partecipa al contest “cotto&scatto: ricette dei popoli”.

Potrai vincere la partecipazione ad una serata di cucina etnica a tua scelta per la nostra prossima edizione 2021”.

Per qualsiasi informazione si può consultare la sezione “Eventi”, scrivere all’indirizzo mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o mandare un sms al numero 3703418837.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

The Italian Batman dai fratellini della piccola Azzurra: “I supereroi esistono e anche gli angioletti come lei”

  • San Vendemiano
  • - 01 Giugno 2020

I supereroi esistono e anche gli angeli: ne è sicuro il 54enne Massimo Benetta, in arte The Italian Batman, che ieri, domenica 31 maggio 2020, si è recato a San Vendemiano per spiegare ai fratellini della piccola Azzurra, scomparsa a 5 mesi lo scorso mese di febbraio (qui l'articolo), che la loro sorellina è diventata un angioletto e che i supereroi dai grandi poteri non si vedono solo nei film.

Una storia che scalda il cuore e che arriva dopo tanti mesi di notizie tristi con le televisioni e i giornali che hanno parlato soprattutto di Coronavirus e di altri eroi, medici, infermieri e personale sanitario impegnati nelle corsie dei nostri ospedali.

Benetta, che vive a Zero Branco, è un imprenditore nel settore della meccanica che un giorno ha capito che non si vive solo di lavoro ma che, se uno ha la possibilità di farlo, è giusto dare un contributo alla società impegnandosi nella solidarietà.

Tempo fa ha deciso di andare a Monza per assistere a un evento di 6Rds (Sei Ruote di Speranza) con 1500 bambini disabili, scegliendo di recarsi all’Autodromo della città con la sua Lamborghini vestito da Batman.

28bc9983 348c 460b 94a6 81d5d4b5e9b6

Con sua grande sorpresa, invece di far salire sulla sua “batmobile” i bambini per un giro nell’Autodromo, ai piccoli è bastato fare delle foto con il loro supereroe preferito che per otto ore è rimasto a loro disposizione.

“Ho capito che poteva essere una missione - spiega Massimo Benetta - e un po’ alla volta mi sono organizzato anche grazie all’agenzia Venetia Communication che mi ha aiutato a farmi conoscere. I giornali e i media in generale hanno iniziato a parlare di me e la mia storia è finita in Russia, Francia e, naturalmente, nelle varie Regioni italiane”.

Sono andato in feste private a far divertire i bambini più sfortunati - prosegue -, negli ospedali per regalare qualche momento di gioia ai piccoli pazienti malati di tumore, nei pronto soccorso e nelle strutture per anziani. Ieri sono andato a San Vendemiano dai fratellini di Azzurra, un piccolo angelo scomparso nel sonno qualche mese fa”.

“Il mio obiettivo - conclude - è stato quello di spiegare ai fratellini di Azzurra che esistono i supereroi ma anche gli angeli come la loro sorellina. È stata una grande emozione e con quello che faccio voglio stimolare le persone a fare lo stesso. La solidarietà si può fare sempre e non solo a Natale o nei periodi dove “tutti sono più buoni”. Per esempio, spostandomi vestito da Batman con la mia “batmobile”, voglio spingere la gente a venire a un evento per disabili in piena estate, per creare un po’ di vita anche in contesti dove solitamente si fa fatica ad andare”.

È possibile seguire “The Italian Batman” nei vari social (Facebook, Instagram e TikTok) ma il supereroe trevigiano si muove spesso anche in compagnia di Wonder Woman per missioni ancora più difficili che richiedono sforzi maggiori e un cuore ancora più grande.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Massimo Benetta).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Incidente in via Maniach a San Vendemiano: esce di strada e si schianta contro un albero, conducente all'ospedale

  • San Vendemiano
  • - 01 Giugno 2020

Si è trattato di un’uscita autonoma l’incidente avvenuto questa sera a San Vendemiano verso le ore 21: una Fiat Punto, che percorreva in direzione opposta al centro del paese via Alcide De Gaspari, ha svoltato a destra in via Maniach, una stretta laterale, perdendo il controllo del veicolo.

Il guidatore, I.P., classe 1964, residente a San Vendemiano, è stato aiutato dai soccorritori giunti sul posto a uscire dalla macchina, che ha riportato notevoli danni: sul posto una pattuglia della Polizia stradale di Vittorio Veneto, una squadra dei pompieri di Conegliano e gli operatori del Suem con un’automedica e un’ambulanza.

Secondo i primi accertamenti delle forze dell’ordine, ancora da convalidare, la sbandata ha fatto sì che la vettura invadesse la corsia opposta e si schiantasse contro un albero accanto alla carreggiata.

Dopo aver valutato le condizionidel conducente e aver effettuato la messa in sicurezza dell’auto, i Vigili del Fuoco hanno lavorato per estrarre in sicurezza l’uomo dall’abitacolo e affidarlo alle prime cure dei sanitari: il ferito è stato trasportato all’ospedale di Conegliano con lesioni di media gravità.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

San Vendemiano, altri investimenti a favore della mobilità debole: al via la pista ciclabile di via Garibaldi

  • San Vendemiano
  • - 29 Maggio 2020

Continua l'instancabile opera a favore della mobilità debole nel comune di San Vendemiano: dopo il completamento a febbraio della ciclopedonale lungo il Cervada (qui l'articolo), l'amministrazione ha deliberato l'inizio dei lavori per una nuova pista lungo via Garibaldi.

La nuova ciclopedonale si inserirà organicamente nel tracciato di piste già completato, che il sindaco Guido Dussin aveva spiegato essere pensato “come un fiume con i suoi affluenti”, e avrà una valenza strategica nella mobilità cittadina: attraversando una porzione del comune da sud-ovest a nord-est collegherà infatti la zona di Fossamerlo con quella degli impianti sportivi, giusto a ridosso del centro amministrativo di San Vendemiano, incrociando proprio la pista lungo il Cervada.

Il progetto avrà un costo complessivo di 630 mila euro, che il comune intende coprire partecipando al finanziamento regionale per gli interventi a favore della mobilità debole e della sicurezza stradale, garantendo con fondi propri la copertura della parte eccedente il contributo.

La progettazione definitiva ed esecutiva del lavoro è stata affidata all'ingegnere Marcello Favalessa dello studio tecnico Mob Up di San Fior, già collaboratore del comune di Conegliano per la progettazione del nuovo Piano Urbano del Traffico.


(Fonte: Fabio Zanchetta © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport