Dal sindaco di Sarmede appello alla popolazione: "Occhio alla truffa dello specchietto", istruzioni per l'uso

Dopo che in alcune zone del territorio locale, nel vittoriese, si sono verificati recentemente alcuni episodi, il sindaco Larry Pizzol ha emanato una comunicazione-appello alla cittadinanza in cui invita la popolazione a prestare particolare attenzione alla cosiddetta “truffa dello specchietto”, metodo utilizzato per estorcere del denaro agli automobilisti, inducendoli a pagare una somma per provvedere alla riparazione del danno causato al veicolo del truffatore, anche se in realtà lo stesso non è mai avvenuto.

In sintesi, - spiega il sindaco nell’appello - il “trucco” consiste nel far credere all’inconsapevole automobilista che la sua macchina abbia involontariamente urtato lo specchietto laterale retrovisore del veicolo di chi sta mettendo in atto la truffa. La vittima della truffa dovrebbe sentire il rumore di un colpo deciso molto forte sulla propria carrozzeria, solitamente sulla fiancata, (provocato in realtà da una pallina, un bastone, ecc…) che dà l’illusione di un urto intenso ed improvviso (frequente durante le manovre di sorpasso). Subito dopo, il meccanismo della truffa, prevede che si venga raggiunti da un’auto e che le persone a bordo del veicolo del truffatore intimino alla vittima di fermarsi, indicando lo specchietto retrovisore rotto o danneggiato e chiedendo una somma di denaro per risolvere bonariamente la faccenda senza dover ricorrere all’assicurazione, e indicando anche dei testimoni, complici.

Pertanto – spiega il sindaco Pizzol - , nel caso il cittadino dovesse trovarsi in simili situazioni, si suggerisce di non fermarsi e di rimanere all’interno della propria autovettura, e, se in possesso di telefono cellulare, di avvertire prontamente le Forze di Polizia”. Vengono anche indicati i numeri dalla stazione carabinieri di Cordignano e della polizia locale, oltre ai soliti 112 e 113.

Qualora il cittadino coinvolto risulti sprovvisto al momento del cellulare, il sindaco consiglia di richiamare l’attenzione di automobilisti o passanti non coinvolti e segnalare senza indugio di trovarsi in difficoltà e avvisare le forze dell’ordine.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: freepik).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.