Sarmede: gli alpini di Montaner mettono a nuovo un muro di sassi a secco, il sentiero è al sicuro

  • Sarmede
  • - 19 Gennaio 2020

Gli alpini non si smentiscono mai, e non fanno differenza le penne nere del Gruppo di Montaner, sempre pronte e mettersi in gioco e al lavoro all’occorrenza.

E proprio nei giorni scorsi si è messo al lavoro per la sistemazione di un tratto di muro a secco in sassi, che si trova a sostegno di un vecchio percorso pedonale nella parte alta di via S. Giovanni Bosco.

Poteva costituire pericolo e non era bello a vedere, così non ci hanno pensato su e sotto la guida del capogruppo Gianfranco Dus lo hanno rimesso a nuovo, per un tratto considerevole di una decina di metri.

E’ stato, come ha confermato lo stesso sindaco Larry Pizzol, un lavoro certosino di smontaggio e rimontaggio delle pietre rispettando la tradizionale posa di un tempo.

In questo modo si è potuto rimettere in piena sicurezza il percorso rendendolo nuovamente percorribile. Come pure le abitazioni che si trovano a valle dello stesso.

“Come sindaco - conferma Larry Pizzol - sono fortemente riconoscente nei confronti degli Alpini per la loro collaborazione e disponibilità nonché della loro professionalità e competenza! Sempre pronti a rispondere in caso di bisogno e anche questa volta hanno confermato a tutti il loro impegno e la professionalità gratuita”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Gruppo Alpini Montaner).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Montaner: grande festa per il 25 anni di sacerdozio di Padre Athenagoras Fasiolo, presente anche il sindaco Pizzol

  • Sarmede
  • - 10 Gennaio 2020

Circa duecento amici, provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, hanno festeggiato Padre Athenagoras Fasiolo (nella foto), rettore del Monastero ortodosso di Santa Barbara di Montaner, che ha voluto ringraziare Dio per i suoi 25 anni di vita sacerdotale, nella chiesa di Val, lo scorso sabato 28 dicembre.

E’ stato ordinato nel 1994, il 25 dicembre a Trieste. Alla solenne celebrazione hanno partecipato diciannove sacerdoti, il metropolita Gennadios Zervos arcivescovo ortodosso di Italia e Malta, il vescovo di Vittorio Veneto Corrado Pizziolo, monaci suoi amici provenienti dalle Comunità di Bose e di Marengo di Caorle, i consoli Greco e di Cipro a Trieste, il sindaco di Sarmede Larry Pizzol.

Verso la fine della divina liturgia pontificale ha preso la parola la madre superiora Sebastiana che ha ricordato la grande e proficua collaborazione che in questi anni si è realizzata fra la comunità delle suore ortodosse e padre Fasiolo. Anni fra l’altro segnati dall’incendio della chiesa e ora del percorso burocratico e finanziario per poterla ricostruire.

Madre Sebastiana ha donato al padre una icona di San Luca di Crimea, un santo moderno della Chiesa Ortodossa Russa particolarmente caro al festeggiato. Il metropolita Gennadios Zervos ha ricordato il piccolissimo Fasiolo che faceva il chierichetto a Trieste.

padre athenagoras 4

Ha poi sottolineato l’importanza di come in occasione del 25° anniversario a Montaner si sia creato un momento di preghiera ecumenica con lui e assieme al vescovo di Vittorio Veneto monsignor Corrado Pizziolo.

Fasiolo ha ripercorso gli anni di vita trascorsi a Trieste, a Livorno e poi a Montaner. Egli, in modo particolare, ha ricordato i grandi maestri che lo hanno accompagnato e le attività ecumeniche. Fra questi il patriarca ecumenico Bartolomeo I.

Quelli dei festeggiamenti sono stati giorni molto intensi per padre Athenagoras, perché ha vissuto il periodo dei Santi 12 Giorni di Natale, Capodanno e Teofania; dodici grandi celebrazioni dal Natale che viene celebrato come per i cristiani il 25 dicembre (secondo il nuovo calendario), all’Epifania.

Da notare che invece le Chiese ortodosse Russa, Ucraina, Serba e di Gerusalemme utilizzano il calendario Giuliano, per queste la festa del Natale è stata celebrata il 7 gennaio 2020.

padre athenagoras 2

A Montaner padre Fasiolo lo ha celebrato per i fratelli serbi, macedoni ed ucraini. Il 1° gennaio ha celebrato la Dossologia in onore di San Basilio il Grande, dove si ricorda la circoncisione di Cristo.

Per l’occasione è stata preparata e benedetta la focaccia di San Basilio. Dentro a quest’ultima focaccia sono state poste tre monete, anziché una come vorrebbe la tradizione. Alla distribuzione delle fette della focaccia stessa, una benedizione particolare è stata rivolta a quanti hanno trovato le tre monete.

Si è trattato del sindaco Larry Pizzol, di una fedele e della fetta simbolicamente destinata al Patriarca Bartolomeo I. Sarà padre Fasiolo a portare al capo della Chiesa greco ortodossa la moneta beneaugurante.

Altro momento importante è stato il duplice appuntamento con la Veglia domenicale del 5 gennaio e l’indomani con l’Epifania. Si sono quindi tenute due solenni celebrazioni, con la grande benedizione dell’acqua in chiesa che poi i fedeli si portano a casa.

Il 6 gennaio si è tenuta la benedizione di tutto il creato immergendo per tre volte una croce in una fonte attigua alla chiesa, raggiunta in processione. Ciò per ricordare il battesimo di Gesù nelle acque del Giordano.

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Padre Athenagoras).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Sarmede, Pizzol: "Nonostante i tagli di risorse, lavorerò per ridurre l'imposizione fiscale in paese"

  • Sarmede
  • - 06 Gennaio 2020

Tagli ai comuni nella nuova finanziaria, assieme a Szumski, Conte e Chies si stanno associando pian piano altri primi cittadini, come ad esempio Larry Pizzol di Sarmede che a fronte del taglio sul Fondo di solidarietà, non intende assolutamente aumentare l'imposizione fiscale locale.

“Anzi - afferma - lavoro per diminuire, ma è certo che la capacità di nuove assunzioni dei comuni virtuosi come nel trevigiano anziché migliorare peggiora".

“Ancora una volta - sostiene il sindaco di Sarmede - si è deciso di percorrere la strada più semplice e sicura andando a colpire le istituzioni più vicine ai cittadini e vale a dire i Comuni e in particolar modo quelli più virtuosi e tra questi quelli trevigiani. Già da anni siamo stati il bersaglio facile rispetto al quale fare cassa! Ora non se ne può più!”

Pizzol punta il dito sulla disponibilità di minori risorse che equivale per i piccoli comuni virtuosi all’impossibilità di assumere per raggiungere il numero indispensabile di dipendenti comunali al fine di gestire i vari servizi e burocrazia in costante aumento.

“Nonostante questo - afferma il primo cittadino di Sarmede - io lavorerò per ridurre le tasse locali ai miei cittadini. Tuttavia non so fin quando i sindaci riusciranno a fare da cuscinetto tra le scelte governative e il mondo reale che richiede sempre maggiori attenzioni e tutele per i più deboli. Spero che Anci Veneto faccia sentire la voce dei Sindaci ed evidenzi lo stato di sofferenza ormai al limite, nel quale gli amministratori locali lavorano”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Sarmede, ancora interrotta la provinciale 151, si concludono entro il 18 gennaio gli interventi per la messa in sicurezza

  • Sarmede
  • - 09 Gennaio 2020

Dopo la prima interruzione dal 9 al 21 dicembre, con la ripresa del nuovo anno e dopo le festività sono ripresi i lavori sulla strada provinciale 151, lasciati interrotti, ma abbastanza a buon punto.

Da martedì 7 gennaio e fino al 18 gennaio la strada è stata richiusa e sono ancora sottoposti agli interventi i movimenti franosi riscontrati e pericolosi cedimenti seguiti agli eventi calamitosi dei mesi scorsi.

Si tratta di interventi di urgenza che vanno oltre le normale attività di manutenzione perché le piogge avevano accelerato anche il processo di smottamento di un intero versante di collina interessando anche la sede stradale provinciale.

Come la volta scorsa si cerca di mitigare il disagio accelerando i tempi e con le deviazioni viarie attraverso la Sp 42 “Mescolino” di via Crispi, Via dell’Industria e Sp 422 dell’Alpago e del Cansiglio e viceversa fino al termine dei lavori. L’intervento predisposto dalla provincia per la messa in sicurezza del piano stradale ammonta a 75mila euro.

Per quanto riguarda il movimento franoso interverrà nei prossimi mesi la Regione e saranno allestiti i primi cantieri, per un importo complessivo di circa due milioni di euro.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

A Sarmede il presepe capovolto di Sabrina Pasin: il paese immerso nella neve sul soffitto del bar "4 amici"

  • Sarmede
  • - 29 Dicembre 2019

Più che un presepio è la rappresentazione invernale del centro di Sarmede con la neve, ma l’aspetto più strano è che sembra proprio un presepio.

Non fosse altro per l’amore e la fatica che la sua costruttrice Sabrina Pasin, tra l’altro anche consigliere comunale, ci ha messo nell’allestirlo. Perchè per guardarlo bisogna alzare la testa e perché non è semplice realizzare a mano una simile opera e installarla alla rovescia sul soffitto.

La si può ammirare all’interno del bar "4 amici" in Piazza Sarmede. Rappresenta il paese, i suoi edifici e i ponti più importanti in un paesaggio innevato ed incantato.

presepio

“La congiunzione tra terra e cielo in un mondo capovolto a seconda di come lo si guardi, rappresenta per ciascuno di noi la possibilità di sognare e di vedere ciò che ci avvolge e ci circonda in modo diverso – ha commentato il sindaco Larry Pizzol – e penso che una simile realizzazione sia unica nel suo genere, sicuramente da apprezzare”.

In paese parlano molto di questo strano “presepe”. E lei, Sabrina Pasin, cosa ne pensa?

“Ogni anno realizzo qualche cosa che si ispiri all’atmosfera natalizia e stavolta ha voluto fare una cosa diversa: può sembrare un presepio, ma in realtà è il paesaggio del nostro paese con la neve, che occupa tutto il soffitto del bar, e certo la caratteristica di vecchio borgo può far pensare anche al presepe, che oggi ormai viene ambientato nei posti più diversi. Se poi piace alla gente questa “stranezza” anche a me fa solo piacere”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Larry Pizzol).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.