Domani a Segusino il secondo concerto benefico per il Bellunese, organizzato dal gruppo degli alpini locale

Dopo la toccante esperienza musicale di due mesi fa, organizzata con successo dal Coro di Stramare per dare nuova vita al patrimonio boschivo di Zoppè di Cadore (qui l'articolo), la comunità di Segusino ha deciso di rimboccarsi ancora le maniche per i "fratelli" bellunesi colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo autunnale.

Merito del gruppo alpini segusinese, presieduto da Francesco Miotto, che domani, domenica 20 gennaio, alle ore 17 organizzerà un concerto benefico nella chiesa parrocchiale con la collaborazione del coro Valcavasia e del quintetto ottoni della banda municipale di Segusino.

L’alpino "Checo" Miotto ha così spiegato l’importanza di questo concerto benefico e le modalità di assegnazione dei fondi: "Le offerte che saranno raccolte durante l’evento di domenica prossima saranno affidate all’Associazione nazionale alpini, che da subito si è data da fare per raccogliere fondi per i paesi alluvionati del Bellunese. Dal prossimo marzo, apprese le esigenze delle popolazioni colpite grazie alla mediazione delle sezioni alpine di Belluno, saranno ideati alcuni progetti di riqualificazione delle zone colpite, mettendo in atto il modello positivo degli interventi realizzati nelle regioni dell’Italia centrale danneggiate dal terremoto del 2016".

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.