Segusino, chiesa gremita al concerto per il nuovo anno: all'esplosivista Danilo Coppe il premio “Guglielmo Zancaner”

Il concerto per il nuovo anno e il premio “Guglielmo Zancaner”, arrivato alla sua quinta edizione e patrocinato dal Comune di Segusino, sono stati impreziositi quest’anno dall’esibizione del Coro di Stramare e del Coro “Voces Plavis” ma, soprattutto, dalla presenza del premiato Danilo Coppe, conosciuto in televisione come “Mister Dinamite”.

È stato proprio il fondatore di Siag srl, una delle aziende che si sono occupate di abbattere quel che restava del ponte Morandi di Genova (qui l'articolo), evento seguito dai media di tutto il mondo, a ricevere questo importante riconoscimento dalla comunità di Segusino nella serata di ieri, sabato 11 gennaio 2020, nella chiesa parrocchiale dedicata a Santa Lucia.

Il premio “Guglielmo Zancaner” è stato istituito dal Coro di Stramare per commemorare il cinquantenario della scomparsa del capitano Guglielmo Zancaner, imprenditore nel settore dell’occhialeria che rappresenta l’emblema della rinascita di Segusino dopo gli orrori delle due guerre.



Questo riconoscimento vuole mettere in luce le persone che si siano distinte nel campo del sapere, dell’imprenditoria e del sociale.

Non poteva che essere Danilo Coppe il vincitore per l’anno appena trascorso, considerando anche il parallelismo con la rinascita di Segusino, cittadina dove ha trascorso le sue estati in gioventù, e la speranza per la città di Genova che, pur non potendo dimenticare le vite umane inghiottite dal mostro di acciaio del ponte Morandi, deve poter ripartire.

L’esplosivista Danilo Coppe, grazie all’intervento di implosione controllata dei piloni 10 e 11 del “ponte maledetto”, ha chiuso una delle pagine più dolorose della recente storia italiana, ottenendo anche la cittadinanza onoraria di Genova.

Durante la serata, per la quale sono stati ringraziati anche gli “Amici del Presepio di Segusino” per il supporto all’iniziativa, sono intervenuti il vicesindaco di Segusino, Stefano Verri, e don Gabriele Benvegnù, il padrone di casa.

Tanta l’emozione del premiato che ha ringraziato la comunità di Segusino che ricorda sempre con affetto, sentimento ricambiato dalle tante persone che hanno riempito la chiesa anche per ascoltare i brani proposti dai due cori diretti da Elena Filini, per il Coro di Stramare, e da Nadia Da Pra, per il Coro “Voces Plavis”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e Video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.