Segusino, secondo stralcio dei lavori alla scuola elementare: adeguamento sismico ed efficientamento energetico

Dopo l'impermeabilizzazione della Sp28 (qui l'articolo), è partito oggi, martedì 16 giugno, il secondo importante cantiere programmato per quest'anno dall'amministrazione Paulon: la scuola elementare "Antonio Canova" di Segusino.

L'intervento prevede l'adeguamento sismico e l'efficientamento energetico dell'edificio ed il costo del progetto esecutivo è pari a 740 mila euro, di cui 514 mila di contributo regionale.

Nel dettaglio i lavori strutturali prevedono una serie di interventi. In primo luogo, il rinforzo delle murature perimetrali, in pietra o laterizio, dei prospetti sud-ovest, nord-ovest e sud-est, tranne l‘area d’ingresso, e della parete nord delle aule 5 e 9 mediante la realizzazione su entrambe le superfici di intonaco armato. Le murature perimetrali del sottotetto saranno invece rinforzate con la realizzazione di un intonaco armato solo sulla superficie esterna. Quest'intervento viene realizzato, previa demolizione dell’intonaco esistente, per migliorare l’aderenza del rinforzo.

In secondo luogo, sarà realizzato il rinforzo delle principali murature interne al piano terra e al primo piano mediante la realizzazione su entrambe le superfici di intonaco armato, allo scopo sempre di migliorare l'aderenza del rinforzo.

Il terzo intervento strutturale prevede l’aumento della superficie dei setti murari esistenti resistenti all’azione sismica nelle murature perimetrali mediante la parziale chiusura delle finestre sul prospetto nord-ovest del corridoio dell’atrio del piano terra e del primo piano dei bagni. Il tamponamento verrà realizzato con muratura in mattoni forati con malta a prestazione garantita M10, tale da assicurare caratteristiche di resistenza molto simili a quelle “in situ”.

Infine sarà eliminata la discontinuità tra i solai in corrispondenza della ripresa tra il primo ed il secondo stralcio e tra il secondo e terzo stralcio con la realizzazione di travi di collegamento ad ogni piano.

L’intervento di efficientamento energetico prevede: la sostituzione di tutti i serramenti e di tutti i cassonetti delle tapparelle con nuovi serramenti a taglio termico e trasmittanza complessiva U< 1,3 kW/m2, la posa di materassino isolante in lana di roccia sul controsoffitto del primo piano e la posa del cappotto isolante su tutte le superfici perimetrali dell’edificio, il rifacimento degli impianti della centrale termica con sostituzione del generatore di calore con una caldaia ad alta efficienza.

Un intervento atteso da tempo che l'amministrazione Paulon afferma possa essere concluso entro l'inizio del prossimo anno scolastico.


(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport