Segusino, pubblicato il bando per le attività danneggiate dal Covid-19: sul piatto 25 mila euro, scadenza l'8 agosto  

Dopo l'annuncio e l'approvazione unanime durante il consiglio comunale dello scorso 18 giugno (vedi articolo), l'amministrazione comunale di Segusino nei giorni scorsi ha pubblicato un bando che prevede lo stanziamento di 25 mila euro complessivi per le piccole attività commerciali e artigianali del paese particolarmente colpite dell’emergenza epidemiologica Covid-19.

Si tratta di un aiuto economico di 500, 1.000 o 1.500 euro da destinare alle attività che operano nei settori del commercio, della somministrazione e dei servizi alla persona, ossia commercio in sede fissa di vicinato, pubblici esercizi che non abbiano ulteriori attività correlate, acconciatori, barbieri, estetisti e tatuatori.

Sono esclusi dal contributo comunale circoli, agriturismi, panifici, palestre, sale giochi e VLT, centri ricreativi, sportivi e sociali, strutture ricettive classificate e locazioni turistiche, esercizi di vendita medi e grandi, tutte le forme speciali di commercio (commercio elettronico, outlet e temporary store), vendita per corrispondenza, vendite presso il domicilio dei consumatori, commercio al dettaglio sulle aree pubbliche.

I tre contributi economici saranno assegnati in ordine decrescente in base a tre fattori: al primo posto le attività che sono state costrette alla chiusura totale per l’intero periodo di confinamento; a seguire le attività che sono state costrette alla chiusura parziale e/o alla riduzione dell’operatività, ad esempio quelle che hanno svolto la consegna “a domicilio”; infine le attività rimaste aperte nonostante l’emergenza ma accusando una diminuzione di fatturato del 30% rispetto allo stesso bimestre del 2019.

kinesiostudio nuovo

Le domande (disponibili nel sito comunale) potranno essere presentate da oggi, lunedì 13 luglio, fino al termine perentorio di sabato 8 agosto 2020 alle ore 12 mediante posta elettronica certificata a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Per avere accesso al contributo comunale le attività sopra elencate dovranno rispettare tali requisiti: risultare attive alla data di richiesta di contributo con regolare iscrizione nel Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente; risultare regolari nel versamento dei contributi previdenziali; avere la sede legale e/o almeno unità operativa nel Comune di Segusino; proseguire l’attività anche dopo il termine della fase emergenziale prevista per il 31 dicembre 2020, pena la restituzione del contributo percepito.

a38d923b 286f 43fe a2a5 eee66b9a93d5


Inoltre la ditta non deve avere già superato i limiti degli aiuti de minimis e deve operare come ditta individuale, Sas, Srl e Snc; l'azienda non si deve trovare in difficoltà e/o non deve essere sottoposta a procedure concorsuali liquidazione al 31 dicembre 2019 oppure che il legale rappresentante o soggetto proponente non si deve trovare in stato di fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo o con in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni intercorse al 31 dicembre 2019.

Infine le aziende non devono essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali o avere in corso un'iniziativa per la sottoposizione di procedure concorsuali.

 

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport