Cordoglio nel Quartier del Piave per la morte di don Dino, il ricordo del suo coro e dei sindaci Villanova e Tonello

L'improvvisa scomparsa di don Dino Milanese ha lasciato un grande vuoto nella comunità del Quartier del Piave, in particolar modo nelle istituzioni e i comuni di Moriago e Sernaglia della Battaglia, dove i rispettivi sindaci hanno commentato addolorati il lutto per una delle personalità più importanti delle due comunità, ora unite nel cordoglio per la perdita di una figura che è stata importante ovunque abbia operato.

Il vicario pastorale di Sernaglia è morto a seguito delle gravi ferite riportate nell'incidente di ieri sera, quando a Sant'Anna, in via Mercatelli è stato investito da una vettura (qui l'articolo).

"Con l'improvvisa scomparsa di don Dino, sacerdote ma soprattutto amico che ha saputo testimoniare nella quotidianità di ogni giorno la Parola di Dio con sensibilità e profondità, il nostro paese perde un importante punto di riferimento – afferma il sindaco Mirco Villanova – la sua presenza, la sua cultura, la sua empatia e la capacità di "fare comunità" mancheranno molto ai parrocchiani e a tutta Sernaglia della Battaglia. Ci uniamo nel dolore ai suoi familiari”.

Sono profondamente addolorata per la morte di don Dino – interviene la senatrice, consigliere comunale e sindaco dal 2009 allo scorso maggio Sonia Fregolent – era una persona straordinaria per umanità, cultura e capacità di calare gli insegnamenti del Vangelo nella vita di ogni giorno. Innamorato della natura, lo si poteva spesso incontrare mentre camminava lungo il Piave o nei sentieri del nostro territorio".

Anche Giuseppe Tonello, primo cittadino di Moriago della Battaglia ha voluto ricordare don Dino Milanese: "Fu parroco a Moriago per diversi anni prima di andare a Sernaglia, lo ricordo come una persona molto umana. Dal punto di vista religioso era una persona preparatissima, le sue omelie erano molto profonde".

"Era sempre vicino ai giovani - prosegue Tonello - coinvolgendoli in molte attività. Lo voglio ricordare con affetto per la sua semplicità, ha lasciato un segno positivo nella nostra comunità. Sempre pronto al sorriso, era amante della natura, infatti amava andare spesso in montagna anche da solo facendo escursioni di ore e ore nonostante l'età, era del 1935, era una persona molto generosa, penso che si privasse di qualcosa di suo pur di aiutare il prossimo".

don dino

E come amante della musica lo ricorda anche il coro parrocchiale di Barbisano: "Su sua iniziativa e intuizione quasi visionaria nel lontano 1981 prendeva forma il coro a Barbisano - ricorda il presidente Antero Lorenzon - . Don Dino lo ha diretto (foto sopra) con competenza e passione per tutto il tempo in cui è stato parroco in paese".

"Considerato da tutti noi amico, ispiratore e sostenitore, - continua Lorenzon - anche sabato sera 23 novembre 2019 è stato nostro attento e affettuoso spettatore alla rassegna di canto corale "Concerto di Santa Caterina" giunta quest'anno alla 29.ma edizione, di cui lui stesso è stato, allora, primo promotore. Increduli ci uniamo al dolore di tutti quelli che hanno avuto la fortuna di incontrarlo e condividere con Dino un tratto di strada."

 
(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook - don Dino Milanese).
#Qdpnews.it 


Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.