Demolito arco antico in Corte della Seta a Sernaglia: i consiglieri di minoranza chiedono spiegazioni

I consiglieri comunali del gruppo politico Proposta Civica, attualmente all’opposizione, Natale Grotto e Angela Marsura, hanno chiesto, tramite interrogazione scritta presentata lo scorso lunedì 25 maggio al sindaco di Sernaglia della Battaglia Mirco Villanova, spiegazioni sulla demolizione di un arco storico sito in Corte della Seta.

È sparito alla vista da qualche tempo (inizio 2020) un pregevole arco in pietra e mattoni con soprapposto tettuccio in coppi e canali dall’angolo nord del fabbricato privato (in foto), a margine di via Castello e in continuità con l’area pubblica denominata “Corte della seta”.

Si rammenta che in occasione della realizzazione della Corte, il manufatto, ricadente in Centro storico e punto di accesso all’antico brolo di pertinenza all’originaria proprietà, era stato mantenuto e volutamente conservato nell’interesse collettivo, a testimonianza dell’antico insediamento archeo industriale (istituto bacologico legato alla coltivazione dei bachi ed alla produzione della seta nell’antica filanda attigua).

Trattavasi di fatto di una parte integrante del quadro d’insieme e di percezione della Corte che venne depurata, al momento della sua realizzazione (anni novanta circa), dalla presenza di più recenti e deturpanti muri in calcestruzzo che recintavano un opificio risalente agli anni sessanta, anch’esso rimosso per realizzare l’attuale area pubblica.

Non si conoscono le ragioni della demolizione del manufatto, ma soprattutto non sembrano ragionevolmente spiegabili per i sernagliesi che amano il proprio paese, trattandosi comunque di un segno distintivo di un pezzo di storia locale, ora perduti spiega l’interrogazione con la quale i consiglieri chiedono di verificare e attestare se le opere e ogni attività amministrativa e tecnica correlata, siano conformi alle disposizioni in materia e in particolare: al Piano degli Interventi del comune, al Piano di recupero di Iniziativa pubblica e alle altre normative.

Domandano inoltre di conoscere e ottenere copia del parere della commissione edilizia comunale e del titolo edilizio per l’esecuzione in grado di abilitare l’intervento e di conoscere i tempi prescritti per la ricostruzione dell’arco demolito e con quali modalità e garanzie di regola d’arte.

Le risposte del sindaco sull'arco verranno date al prossimo consiglio comunale.

 

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Lista Proposta Civica).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport