Ancora casi di inciviltà al Parco del Piave a Falzè: rifiuti lasciati sui tavolini e per terra

Dopo i casi di rifiuti abbandonati vicino al percorso delle Volpere, scoperti nel mese di giugno (vedi articolo), altri episodi di immondizie lasciate sui tavolini e per terra si sono verificati nei giorni scorsi, sempre nel parco nei pressi del fiume Piave in località Falzè, e sono stati segnalati sui social network da alcuni cittadini.

Anche il gruppo Legambiente Sernaglia, che tra le varie attività si dedica alla cura e manutenzione delle Fontane Bianche, uno scrigno di biodiversità nel Quartier del Piave, arrabbiato per aver riscontrato che qualche compagnia di persone incivili, dopo aver fatto picnic, ha lasciato in giro i resti inquinando l'ambiente, ha commentato: "Percorso Le Volpere a Falzè di Piave. Siamo messi proprio male ragazzi. Uno spettacolo al quale non avremmo mai voluto assistere. Nessun rispetto per il luogo e il prossimo".

kinesiostudio nuovo

Il sindaco di Sernaglia della Battaglia Mirco Villanova, che già si era attivato per cercare di risolvere la situazione, ha deciso di implementare i controlli: "Con la ditta Savno abbiamo aumentato i cassonetti di raccolta dei rifiuti, collocati soprattutto nell'area dell'anfiteatro e abbiamo previsto gli svuotamenti periodici nei giorni di lunedì e venerdì - spiega il primo cittadino - Sto cercando di fare una integrazione al sistema di videosorveglianza per potenziare quello già presente, aumentando le telecamere, e di far potenziare l'illuminazione. Ho fatto mettere dei divieti di sosta nel parcheggio vicino al Piave dalle ore 20 alle 8, così che, in orario serale e notturno, non ci siano comitive che si ritrovano per poi gettare rifiuti con il buio".

"Inoltre ho chiesto alla Polizia Locale di essere in servizio di turno di domenica, per garantire una maggiore presenza, in modo che un agente possa andare a controllare anche la zona del Piave. In questi casi è difficile cogliere in flagrante i colpevoli, ma se qualcuno verrà visto sul momento o grazie alle telecamere la sanzione sarà certa, perchè l'ambiente è un bene di tutti e deve essere rispettato" conclude.

Oltre a queste misure prese dall'amministrazione comunale per contrastare il fenomeno, i residenti confidano nella buona educazione e nel senso civico di chi si reca al Piave.

 

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Legambiente Sernaglia).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport